Lezioni dal passato, la protezione sismica nella storia: incontro il 10 maggio a Roma

Una giornata di studio per analizzare i i sistemi di protezione sismica utilizzati nell'antichità e la loro evoluzione nei secoli per poi arrivare alle attuali tecniche di costruzione

Ricostruire, recuperare ed adeguare il patrimonio edilizio con tecniche e tecnologie ad elevata sicurezza sismica facendo tesoro di ciò che la storia ci ha insegnato: è questo il tema della giornata di studio organizzata dall'Enea, intitolata "Lezioni dal passato: Le Tecniche di protezione sismica nella storia delle costruzioni - Aspettando Matera".
L'incontro si terrà giovedì 10 maggio dalle 08:30 alle 14:00 a Roma presso la Sala Conferenze ENEA.
L'ENEA, impegnata da anni nello sviluppo e nell'applicazione al patrimonio storico di sistemi antisismici innovativi, ha organizzato questa giornata di studio, organizzata in collaborazione con CNR, INGV e UNIMOL:  cominciando dal passato, verranno analizzati i sistemi di protezione sismica utilizzati nell'antichità e la loro evoluzione nei secoli per poi arrivare alle attuali tecniche di costruzione, strumento indispensabile per "traghettare" nel futuro il nostro prezioso patrimonio culturale.
"E' pur vero  - scrive l'Enea - che, ancora oggi possiamo ammirare tanti monumenti e siti costruiti nel passato con materiali, che pur non avendo caratteristiche paragonabili a quelle attuali, hanno resistito a secoli di terremoti e altri eventi naturali, a dimostrazione di un livello di sapere tecnico eccellente che ancora regge il confronto con quello attuale".
L'approccio multidisciplinare della giornata richiede la presenza di varie figure professionali tra cui archeologi, storici, conservatori, architetti, ingegneri, geologi e chimici.

Registrazioni on-line  a questo link 
Questo il programma della giornata di studio: