"L'Italia si doti della Protezione Sociale". La proposta di Renzi per valorizzare il volontariato

Non solo Protezione civile. Il volontariato è un patrimonio del paese. Ne è convinto il premier Matteo Renzi, soprattutto dopo l'organizzazione, la competenza e la professionalità dimostrate nella gestione dell’emergenza terremoto. Di qui la proposta: “L’Italia dovrebbe dotarsi della Protezione sociale per organizzare il volontariato in modo più sistematico”

“Penso che in Europa la prima scommessa per combattere il populismo è cambiare il paradigma economico. C'è rimasto un grande patrimonio che è quello dei volontari e del terzo settore in Italia”. A parlare è il premier Matteo Renzi. Il contesto è quello della discussione sul prossimo referendum. Il luogo è quello dello spazio Base di Milano.
Nei giorni in cui il volontariato, soprattutto quello di protezione civile, ha contribuito in modo determinante a una buona gestione delle emergenze - a cominciare da quelle causate dal terremoto del centro Italia - la riflessione del presidente del consiglio sul ruolo dei volontari assume un nuovo significato. Soprattutto di fronte a una proposta capace di incidere sul dibattito culturale e sull’identità del terzo settore.
“Abbiamo 4,9 milioni di persone che lo fanno” ha aggiunto Renzi. “Di questo parlo spesso con il ministro Giuliano Poletti: accanto alla Protezione civile, questo Paese dovrebbe dotarsi della Protezione sociale. Servirebbe per organizzare il volontariato in maniera più sistematica".

red/gt