Incendio_boschivo

Lombardia: elevato rischio incendi boschivi nelle zone di Como e Lecco

La protezione civile della Regione Lombardia ha confermato l'elevata criticità per rischio incendi boschivi sull'area lariana. Rischio moderato su tutte le altre aree

Elevata criticità per rischio incendio boschivo, con decorrenza immediata e fino a revoca, sulla zona omogenea Lario (Como e Lecco).
È quanto riporta l'Avviso di criticità emesso dal Centro funzionale Monitoraggio Rischi naturali della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dall'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali.
Moderata criticità, sempre per rischio incendi boschivi, viene poi confermata sulle zone omogenee del Verbano (Varese), della Valchiavenna, Alpi Centrali, Alta Valtellina (Sondrio), Brembo, Alto Serio-Scalve (Bergamo), Basso Serio-Sebino (Bergamo, Brescia), Mella- Chiese, Garda e Valcamonica (Brescia), Pedemontana occidentale (Varese, Como, Lecco) e Oltrepò Pavese (Pavia), sempre fino a revoca.

Per quanto riguarda il meteo, sulla Lombardia persistono condizioni anticicloniche con assenza di precipitazioni e generali condizioni meteo favorevoli allo sviluppo di incendi boschivi almeno fino alla serata di oggi giovedì 16 aprile: la ventilazione, da debole a moderata, favorirà un grado di pericolo stazionario.

Il protrarsi delle condizioni di scarsa umidità della vegetazione, l'attività antropica tipica del periodo nelle aree boscate e l'incendio di grandi dimensioni in corso nel Comune di Lezzeno (Como), suggeriscono di portare l'attuale livello di rischio incendi boschivi elevato sull'area lariana moderato su tutte le altre aree. La Regione pertanto  raccomanda di attivare, ove possibile, azioni di sorveglianza e pattugliamento del territorio, che dovranno riguardare prevalentemente i Comuni ricadenti nelle classi di rischio 3, 4 e 5 del "Piano regionale delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi".

red/pc

(fonte: Regione Lombardia)