Lombardia, la situazione migliora. Protezione civile revoca il rischio neve

Dal provvedimento escluse alcune zone sopra i 1000 metri delle province di Bergamo, Brescia, Lecco e Sondrio

E' stato revocato con decorrenza immediata il rischio neve su tutta la Lombardia, ad eccezione delle zone sopra i 1000 metri delle province di Bergamo, Brescia, Lecco e Sondrio, dove e' confermata la moderata criticita' per la giornata di domani. Lo riferisce il report informativo della sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lombardia. In base alle previsioni meteorologiche elaborate da Arpa Lombardia - Servizio Meteorologico Regionale, sulla regione sono attese dal tardo pomeriggio precipitazioni diffuse e di intensita' moderata. In pianura si esclude quindi la possibilita' di neve e si ritiene molto scarsa la probabilita' di gelate. Nel report si invitano i presidi territoriali a prestare particolare attenzione al riattivarsi di fenomeni franosi e ai possibili effetti di esondazione di corsi d'acqua nelle zone urbanizzate. Le aree piu' soggette a rischi idrogeologico e idraulico sono l'Oltrepo' pavese, la zona del Garda-Valcamonica (Bg e Bs) e quella delle Prealpi centrali (Bg,Lc). Necessario percio' predisporre un'attenta sorveglianza del traffico da parte della Polizia Stradale e di tutte le altre Forze operanti sul territorio ove sono previste le precipitazioni nevose. Analoga sensibilizzazione nei confronti degli Enti gestori delle Strade (Anas, Province, Comuni) perche' dispongano nei punti piu' opportuni tutti i mezzi di rimozione della neve e spargisale. Opportune misure di prevenzione dovranno essere adottate per le linee di fornitura dell'energia elettrica e telefoniche.

(asca.it - red)