Lucca pronta per il Festival
del Volontariato

Al via la manifestazione di quattro giorni sul sociale e l'associazionismo. Domani, giovedì 11 aprile, l'inaugurazione dell'evento, con Giacomo Panizza ed Enzo Bianchi. La sera spettacolo teatrale sulla strage di Viareggio

Quattro giorni all'insegna della solidarietà. Dall' 11 al 14 aprile Lucca ospiterà il Festival del Volontariato, una rassegna d'appuntamenti dedicata al mondo dell'associazionismo locale e nazionale. Gli appuntamenti previsti sono oltre cento, in varie zone della città. Gli ospiti previsti invece sono più di 400, fra relatori ed esperti del settore. Il pubblico si preannuncia numeroso, con oltre 1500 volontari coinvolti.

Giovedì sarà la giornata inaugurale, con gli attesi interventi di Giacomo Panizza ed Enzo Bianchi. Due protagonisti dell'Italia impegnata per un Paese migliore. Panizza è il fondatore della Comunità Progetto Sud di Lamezia Terme, impegnata dagli anni '70 nella promozione sociale, nell'aiuto delle persone in difficoltà e nella lotta alla criminalità organizzata. Enzo Bianchi è invece uno scrittore affermato, ma soprattutto priore della Comunità di Bose, in Piemonte. Una storia nata nel 1968, quando un convento abbandonato è diventato sede di una comunità religiosa che oggi conta un'ottantina di membri tra fratelli e sorelle di cinque diverse nazionalità ed è presente, oltre che a Bose, anche a Gerusalemme (Israele), Ostuni (BR) e Assisi (PG).

Saranno le parole "Giustizia" e "Dono" al centro dei loro interventi: messaggi forti in un'Italia che più che mai ha bisogno di ritrovare forti valori di coesione sociale. Panizza parlerà presso la Sala A del Real Collegio alle 15, mentre Enzo Bianchi alle 18. In mezzo, dopo il taglio del nastro con le autorità cittadine, un'ora intensa di ricordo della fondatrice del Centro Nazionale Volontariato, Maria Eletta Martini a poco più di un anno dalla sua scomparsa.

Il Festival del Volontariato vede la partecipazione di 150 associazioni, coordinate per l'evento dal Cnv e dalle istituzioni cittadine, Comune di Lucca e Provincia in testa. Ma sostengono l'iniziativa anche alcune fondazioni bancarie e le categorie. Il Festival ha il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e di numerose Regioni, sigle nazionali e associazioni.

Anticipati i numeri del volontariato. In occasione del Festival verranno presentati i dati raccolti dalla ricerca promossa dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione (Fvp) e dal Centro Nazionale per il Volontariato. Un comunicato stampa ha fornito alcune anticipazioni, che vendono crescere la quota di welfare del nostro Paese, con una grande diffusione dell'impegno sociale dei giovani. Il 72,3% delle organizzazioni ha meno di 26 anni e il 42% è nato dopo il 1995. Oltre 4 OdV su 10 (42,6%) sono state fondate dopo il 1995. Hanno cioè, a fine 2011, non più di 16 anni di vita. Più dell'81% di esse sono nate dall'iniziativa spontanea di un gruppo di persone. Dati confortanti, ma spesso sottovalutati dalla politica nazionale, che riserva in questo periodo di crisi costanti tagli nei finanziamenti all'associazionismo.

Il programma della prima giornata. Il programma del Festival è disponibile in rete, diviso per giornata, nel sito www.festivalvolontariato.it.
Giovedì, giorno dell'apertura, le sale del Real Collegio di Lucca saranno aperte dalle 9 del mattino e dalle 9.30. Il primo evento coinvolgerà le scuole e sarà dedicato al turismo responsabile. Alle 14 ci sarà il seminario promosso dal MoVi "Per un nuovo patto sociale di cittadinanza. Idee per una nuova normativa del volontariato". Alle 15 parlerà, come anticipato, Don Giacomo Panizza e alle 16 ci sarà il taglio ufficiale del nastro con le autorità cittadine. Alle 16.30 il convegno "Volontariato è partecipazione. In ricordo di Maria Eletta Martini". La sera, alle 21.30, andrà in scena il primo spettacolo di Teatro Solidale con "Non c'è mai silenzio", spettacolo teatrale di Elisabetta Salvatori dedicato alla strage alla stazione di Viareggio.




red/wm