Il luogo dell'attentato

Maledetti vigliacchi!

Meledetti e vigliacchi, non ci sono altre parole per definire gli assassini che hanno messo la bomba davanti all'Istituto Tecnico Morvillo-Falcone. Una ragazza di 16 anni è morta, altri stanno rischiando la vita. Chi ha messo la bomba ha paura dei giovani e della scuola.

Maledetti e vigliacchi, vigliacchi e maledetti. Non vogliamo usare altre parole per definire chi progetta e chi compie atti di questo genere. Sarà per il nodo che ci stringe la gola e per la rabbia che ci attanaglia. Alla mamma e al papà, ai familiari di Melissa Bassi, la ragazza uccisa da questo vigliacco attentato,  va tutto il nostro affetto e vicinanza. Siamo vicini anche ai parenti degli altri ragazzi e ragazze che in ospedale stanno lottando per la vita.

Colpire una scuola, dei ragazzi e ragazze giovanissimi significa avere perso, significa capire che qualcosa sta cambiando e tentare la carta più vile e disperata per cercare di arginare qualcosa che non si fermerà. 
Qualsiasi messaggio questi meschini personaggi abbiano voluto mandare a questo nostro Paese non deve passare. Agli studenti dell'Istituto, ai docenti e al personale tutto esprimiamo la nostra solidarietà. 


La Redazione