Maltempo: allerta a Sud; da
domenica piogge verso nord

Si prevede un altro weekend interessato dal maltempo: il Sud Italia sarà colpito da intense precipitazioni, in estensione domenica anche alle regioni centrali e verso sera a quelle del Nord Est

E sull'Italia "piove dalle nuvole sparse" anche questo weekend ed in particolare al Sud.
Sul meridione è già in atto
infatti una fase di maltempo che durerà fino a lunedì. Le previsioni meteo pubblicate sul sito del Dipartimento della Protezione Civile attendono per domani precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale sui settori orientali della Sicilia e sui settori ionici della Calabria centro-meridionale, con quantitativi cumulati moderati; avranno invece carattere da isolato a sparso le piogge sui restanti settori di Calabria e Sicilia e su Basilicata, Puglia settentrionale, Campania centro-settentrionale, Abruzzo, Molise e Lazio centro-meridionale, con quantitativi cumulati deboli.
Il Dipartimento ha emesso un avviso di allerta meteo particolarmente specifica su Sicilia e Calabria.

Domenica
invece il maltempo si farà più intenso ed interesserà nuovamente zone dell'Italia già flagellate nei giorni scorsi da violenti nubifragi.
Le precipitazioni si registreranno oltre che al Sud Italia anche su Lazio, Abruzzo, Umbria, Molise, settori meridionali ed orientali della Toscana e sulla Romagna, in estensione dalla serata ai settori adriatici di Veneto e Friuli Venezia Giulia. Le piogge avranno quantitativi cumulati generalmente moderati, potranno assumere anche carattere di rovescio o temporale.

Dalla serata di domenica, si legge sull'ANSA, arriverà
nel Mediterraneo il ciclone Minerva, così soprannominato dagli esperti de ilmeteo.it, che promette giorni di maltempo al centrosud e anche sul nordest, soprattutto sull'Emilia Romagna dove soffieranno venti di Bora accompagnati da precipitazioni di varia intensità.

A questo link sono consultabili i consigli sul "cosa fare" in caso di rischio meteo-idrogeologico del Dipartimento della Protezione Civile.



Redazione/sm
Fonti: sito web Dipartimento della Protezione Civile, ANSA