fonte Archivio sito

Maltempo, ancora danni nel Cagliaritano

Cade un masso sulla litoranea per Villasimius, danni per allegamenti anche sulla 195

Frane, allagamenti e alberi caduti. Ancora maltempo nel Sud della Sardegna, come annunciato dall'allerta arancione diramata ieri dalla Protezione civile del luogo fino a mezzanotte di oggi, martedì 16 novembre.

I danni
Sono oltre 30 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando provinciale di Cagliari per i danni causati dall'ondata di maltempo. Le zone colpite particolarmente sono Cagliari e Quartu Sant'Elena, dove si sono registrati allagamenti e alberi caduti. I vigili del fuoco, durante la notte, hanno soccorso una persona rimasta bloccata con l'auto circondata dall'acqua in un parcheggio nel quartiere di Sant'Elia. Interventi per cedimenti di muri di tre case disabitate, due a Quartu in via Dante e via Vittorio Emanuele e Cagliari, a Pirri in via Lorenzo il Magnifico. Sempre a Pirri, viale Italia è ancora chiuso al traffico. Problemi anche lungo le strade di collegamento. Allagate altre zone di Pirri, ma anche via san Bartolomeo, al lavoro ci sono gli agenti della Polizia municipale.

Dissesto idrogeologico
Alle 6:20 lungo la provinciale 17, la litoranea che conduce a Villasimius, al chilometro 29,500 i carabinieri della Compagnia di San Vito sono intervenuti per la caduta di un masso. Una delle corsie di marcia è chiusa e si registrano forti rallentamenti. Al chilometro 23,200 della stessa strada si è registrato il cedimento del manto stradale. Circolazione limitata anche lungo la quattro corsie della statale 195 dal chilometro 15 al 28 per allagamenti. Sempre lungo la stessa strada al chilometro 58,500 la pioggia ha portato sull'asfalto detriti che stanno creando problemi alla viabilità. Secondo una nota della Regione Sardegna della Regione del 15 ottobre “Gli uomini della protezione civile regionale hanno effettuato in 24 ore 250 interventi in varie zone dell’isola”. E aggiunge l'assessore Solinas: “È già avviata, in collaborazione con i Comuni, una prima stima dei danni”.

Red/cb
(Fonte: Ansa)