Maltempo: ancora neve a bassa quota al Nord

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse per nevicate al di sopra dei 200-400 metri sul Piemonte, con apporti al suolo generalmente moderati e, al di sopra dei 300-500 metri, sulla Lombardia, con apporti al suolo deboli

Un sistema di correnti in quota, moderatamente instabile, ha raggiunto le regioni nord-occidentali del nostro Paese, dando luogo a precipitazioni nevose anche a quote basse specie sul Piemonte centro-meridionale.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte  ha emesso ieri pomeriggio un avviso di condizioni meteorologiche avverse per nevicate al di sopra dei 200-400 dalle prime ore di oggi, sul Piemonte, con apporti al suolo generalmente moderati e, al di sopra dei 300-500 metri, sulla Lombardia, con apporti al suolo deboli.

Queste, più nel dettaglio, le previsioni meteo per oggi, lunedì 5 febbraio:
precipitazioni:
- sparse su Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, settori occidentali della Lombardia, settori occidentali dell’Emilia e alta Toscana, con quantitativi cumulati moderati sulla Liguria di Ponente, generalmente deboli sulle restanti zone;
- da isolate a sparse, prevalentemente nella seconda parte della giornata con fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali e meridionali della Sardegna e sui settori occidentali e meridionali della Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
nevicate:
 al di sopra di dei 200-400 m su Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia, con apporti al suolo da deboli a moderati, specie sul Piemonte sud-occidentale; al di sopra del 500-700 m su Liguria ed Emilia occidentale, con apporti al suolo moderati sull’entroterra ligure di Ponente, deboli altrove.
visibilità: nessun fenomeno significativo.
temperature: in locale sensibile aumento nei valori minimi al nord e sulla Toscana.
venti: forti settentrionali con raffiche di burrasca sulla Liguria di Ponente; tendenti a forti sud-orientali su Sardegna meridionale e Sicilia occidentale.
mari: molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna, il Tirreno centro-meridionale settori ovest, il Tirreno settentrionale, lo Stretto di Sicilia e il Mar Ligure, fino ad agitato quest’ultimo nel settore di Ponente al largo.
 

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, è stata valutata per oggi:
• allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell'Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio.
• allerta gialla
sul Bacino Alto del Sangro in Abruzzo e sulle aree centro-meridionali dell'Emilia-Romagna.


 
Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali sono invece gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l'evolversi della situazione.

red/pc
(fonte: DPC)