Maltempo: disagi al nord
per neve. Piove al centro sud

L'intera penisola italiana è interessata oggi dal maltempo: mentre al nord nevica e la circolazione sta subendo numerosi disagi, sulle regioni centrali e al sud le temperature si stanno leggermente alzando e la neve è diventata pioggia

Da ieri sera continua a cadere la neve sul nord Italia. Le regioni maggiormente interessate sono Valle d'Aosta, Liguria, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli, Emilia Romagna e Toscana.
Le precipitazioni si sono fatte intense in alcune zone ed hanno raggiunto anche la pianura e le coste.
Il manto bianco sta generando diversi disagi a livello di circolazione: Autostrade per l'Italia ha informato questa mattina che sta nevicando su circa 1.000 km di strade a scorrimento veloce.
La società ha messo in campo 500 mezzi e 1.500 uomini su tutto il territorio coinvolto.
Ma anche spostarsi via aereo potrebbe essere difficoltoso con un meteo del genere: Alitalia infatti rende noto che
la neve può causare diversi ritardi consistenti in diversi aeroporti del nord Italia, ed in alcuni casi anche cancellazioni al traffico. La società invita i clienti a contattare il call center (800650055) o a verificare lo stato del volo (sul sito www.alitalia.com, o attraverso le App Alitalia) prima di recarsi in aeroporto.

In Liguria stanotte si è scatenata una vera e propria bufera di neve: forte vento e nevicate intense hanno interessato soprattutto le province di Genova e Savona. A
livello del mare si è verificato anche il fenomeno del gelicidio, ossia l'immediato congelamento della pioggia al contatto col suolo, che avviene per una combinazione di temperature molto basse e uno zero termico portato dalla Tramontana Scura.
Sono molti i problemi alla circolazione che vengono registrati nella Regione
: sull'autostrada A6 Torino/Savona i mezzi con peso superiore alle 7,5 tonnellate vengono scortati tra Ceva e Savona, mentre a Genova i treni hanno accusato le maggiori difficoltà. Sembra infatti che la formazione di ghiaccio sui binari nelle stazioni di Sampierdarena e Principe sia la causa di numerosi ritardi, anche di diverse ore.

Nevica da alcune ore anche sul Piemonte, dove le zone più colpite sono quelle delle Alpi occidentali e del sud della regione. In montagna, nel Cuneese, sono già caduti 50 centimetri di neve ad Argentera, mentre in pianura la precipitazione ha raggiunto nel Vercellese i 10 centimetri e 4 a Torino.

Continua poi a nevicare sulla città di Milano, che all'alba si è svegliata con diversi centimetri di neve sulle strade. Per ora, il traffico ha subito dei rallentamenti, ma i mezzi di trasporto pubblico cittadino non si sono bloccati. Già da ieri sera è scattato il piano-neve coordinato da Comune, Protezione civile e Amsa: sono pronti 235 automezzi in caso di emergenza, 364 persone per liberare le strade dal ghiaccio, e altri 285 addetti che si occuperanno delle aree sensibili, come le sedi dei mezzi pubblici, le fermate Atm e le scalinate di ingresso alle stazioni della metropolitana, le scuole, gli ospedali e gli altri luoghi di maggior passaggio. Sono infine 16.200 le tonnellate di sale stoccate nei magazzini Amsa che vengono sparse sulle strade in queste ore.

Nevica in tutta la Valle d'Aosta soprattutto a Courmayeur e nella zona del Monte Bianco, dove sono caduti circa 20 centimetri. Nella altre zone della regione, Aosta compresa, c'è stata solo una leggera spolverata. Dopo una pausa delle precipitazioni, si attende da metà pomeriggio una ripresa della nevicata che si annuncia abbondante fino a domani mattina.

La neve è arrivata, come atteso, anche sull'Emilia Romagna spingendosi ad Est fino a Bologna con qualche fiocco anche su Ferrara. Attualmente però la pioggia ha preso il posto della neve, e in alcune aree piove con temperature inferiori allo zero termico, motivo per cui aumenta il rischio di ghiaccio sulle strade. Nel piacentino sono caduti invece circa 10-15 cm di neve.

Sul Veneto invece sono in atto nevicate su Verona e provincia.

Andando verso il sud del Paese invece va riaperto l'ombrello: si prevede che le temperature salgano un po' e le precipitazioni cadano sottoforma di pioggia sparsa o intermittente a tratti temporalesca. La neve si vedrà solo nella zona appenninica tra Lazio e Abruzzo.



Redazione/sm