Maltempo: domani ancora allerta rossa in Sardegna.Temporali e vento forte su Basilicata e Puglia

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteo avverse che prevede dalla mattinata di domani, martedì 20 dicembre,temporali e forti venti su Basilicata e Puglia. Permane l'allerta rossa sulla Sardegna, sui bacini Flumendosa e Flumineddu

La perturbazione che sta interessando i settori più occidentali dell'Italia continua a determinare condizioni di maltempo che domani interesseranno anche Basilicata e Puglia, con forti venti su tutte le aree di ponente e ioniche.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte  ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede dalla mattinata di domani, martedì 20 dicembre 2016, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Basilicata e sulla Puglia, soprattutto sui settori ionici. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento. Su Basilicata e Puglia i venti diventeranno da forti a burrasca, con mareggiate lungo le coste esposte.

Per la giornata di domani, martedì 20 dicembre, permarranno sulla Sardegna:
- l'allerta rossa nelle aree dei bacini Flumendosa e Flumineddu,
- l'allerta arancione nelle zone dell'Inglesiente, della Gallura e del Campidano,
- l'allerta gialla nelle restanti aree.

Allerta arancione anche sul versante ionico della Calabria e sul settore nord-orientale ionico della Sicilia. Allerta gialla su Abruzzo, Basilicata, Molise, Puglia e per le restanti aree di Calabria e Sicilia.


Più nel dettaglio queste le previsioni meteo per domani 20 dicembre:
- precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia nord-orientale e Calabria ionica centro-meridionale, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati, specie sulla Calabria;
-
precipitazioni  sparse su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria centro-occidentale, Sardegna nord-orientale e sud-occidentale, Sicilia centrale e Calabria meridionale tirrenica con quantitativi cumulati moderati, anche a carattere di rovescio o temporale sulle due isole maggiori e Calabria;
-
precipitazioni  sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto di Sardegna, Sicilia, Calabria e Liguria, su Lombardia meridionale, Emilia-Romagna occidentale ed Appennino romagnolo, Basilicata meridionale e tirrenica e sulla Puglia tarantina, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;
-
precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto del Centro-Sud, Veneto meridionale e resto di Emilia-Romagna e Lombardia, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.
- nevicate: a quote di pianura su Piemonte occidentale ed entroterra ligure centro-occidentale, in rialzo già dalla mattinata, con apporti al suolo moderati o localmente abbondanti; a quote intorno i 400-600 m sul resto delle zone alpine interessate dalle precipitazioni con quota neve in rialzo e apporti al suolo in prevalenza deboli; a quote superiori i 700 m sul resto dell’Appennino settentrionale ed apporti generalmente deboli.
- visibilità: nessun fenomeno significativo.
- temperature: in locale sensibile aumento nei valori minimi su tutte le regioni peninsulari; senza variazioni di rilievo le massime.
- venti: inizialmente da forti a burrasca dai quadranti meridionali su isole maggiori, Calabria, e dai quadranti settentrionali sulla Liguria centro-occidentale; localmente forti sud-orientali sulle rimanenti regioni centro-meridionali con rinforzi sulle aree ioniche e da est sulla Toscana; localmente forti da nord-est sul Golfo di Trieste.
- mari: da agitati a molto agitati tutti i bacini occidentali e lo Ionio meridionale; molto mossi i restanti bacini, o localmente agitati l’Adriatico centro-settentrionale e lo Ioni settentrionale.


Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sono invece gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l'evolversi della situazione.

red/pc
(fonte: DPC)