Maltempo: i primi segni
di miglioramento

Meteo in graduale miglioramento, viabilità più scorrevole, ma permangono problemi per il ghiaccio. Dal Dipartimento di Protezione civile il quadro della situazione

Lo scenario meteorologico è in graduale miglioramento, con instabilità residua su Campania meridionale, Basilicata, Calabria e Sicilia settentrionale, anche sotto forma di temporali e residue nevicate su Molise, Puglia e zone costiere dell'Abruzzo.

"Da martedì - fanno sapere dal Dipartimento di Protezione civile - è atteso un ulteriore miglioramento al centro-nord, anche se le temperature minime resteranno nettamente al di sotto di 0°C, con estese gelate notturne e mattutine. Mercoledì il nucleo di aria artica tenderà a spostarsi verso la Grecia, con un generale rialzo delle temperature a partire dalle regioni del nord. Giovedì, infine, la perturbazione scivolerà sull'area balcanica, interessando marginalmente l'Italia sul medio-basso versante adriatico e localmente sul resto del meridione, con un contestuale aumento della ventilazione".

Dopo l'ondata di maltempo dei giorni scorsi, le Regioni stanno al momento segnalando al Dipartimento  "un quadro in generale miglioramento, con ancora alcune criticità legate alla viabilità sulle strade secondarie. Gli interventi in atto riguardano soprattutto la pulitura del manto stradale, la rimozione delle lastre di ghiaccio e le verifiche sulle tenute dei tetti carichi di neve di edifici pubblici e privati".

Migliora anche la situazione su strade ed autostrade: non si segnalano al momento situazioni di particolare criticità.
La Protezione civile inoltre informa che sono state revocate "quasi tutte le ordinanze prefettizie di interdizione al traffico commerciale che avevano comportato, nei giorni scorsi, il fermo temporaneo dei mezzi pesanti in aree di stoccaggio o deviazione su itinerari alternativi. Permangono i provvedimenti interdittivi del traffico commerciale sulla Strada provinciale 39 di Bari, nella provincia di Pesaro-Urbino limitatamente ad alcune strade del Montefeltro, nella viabilità ordinaria della provincia di Ancona, dove i veicoli pesanti in uscita al casello di Ancona nord e diretti al Porto continuano scortati dalla Polizia Stradale, e di Macerata, nella provincia di Caserta limitatamente alla SS.6 "Casilina" e alla SS.7 "Appia".

Per quanto riguarda la città di Roma e il Lazio, dalla mezzanotte di oggi il Grande Raccordo Anulare, l'A91 "Roma - Aeroporto di Fiumicino" e le Strade Statali di competenza ANAS non sono più interessate dal divieto di transito per i mezzi pesanti precedentemente in vigore, che è stato revocato".

Il Dipartimentio di Protezione civile inoltre raccomanda agli automobilisti che si metteranno in viaggio nelle prossime ore di mantenersi costantemente informati sulle condizioni di strade ed autostrade, equipaggiare i veicoli con catene da neve o pneumatici invernali, nonché porre la massima attenzione e prudenza nella guida. Notizie sempre aggiornate sono disponibili attraverso i canali del C.C.I.S.S. (numero verde gratuito 1518, sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione gratuita iCCISS per iPHONE), le trasmissioni di Isoradio ed i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai; per l'autostrada A/3 "Salerno Reggio Calabria" è in funzione, per le informazioni sulla viabilità, il numero gratuito 800 29 00 92.

"E' confermata - conclude l'informativa del Dipartimento - anche per oggi la chiusura di alcune linee ferroviarie secondarie in Abruzzo e Molise, Lazio e Campania, in particolare la Viterbo-Attigliano, la Roccasecca-Avezzano, la l'Aquila -Antrodoco, la Termoli-Campobasso e la Bosco Redole Benevento. Informazioni di dettaglio sono disponibili sui siti web trenitalia.com, fsnews.it e chiamando il numero verde gratuito 800 89 20 21".



red/pc


fonte: Dipartimento Protezione civile