La rimozione della carcassa dell'auto (Fonte: Vigili del Fuoco)

Maltempo in tutta Italia. Due trombe d'aria al sud; una frana nel Lazio con ancora un disperso

Trombe d'aria in Puglia e Calabria, con danni agli edifici e alle coste. Inghiottita auto in una frana, si cerca un disperso nel Lazio

Il maltempo che ha attanagliato tutta la penisola nei giorni scorsi ha portato fenomeni intensi ed eccezionali, come due trombe d’aria al sud e una frana, nel Lazio, dove si cerca ancora un disperso.

Una tromba d'aria si è abbattuta domenica tra le province di Catanzaro e Crotone, portando all’abbattimento di alcuni alberi sulla Statale 106 jonica. La forza del vento ha divelto i tetti di alcuni edifici, danneggiato serre, tranciato cavi della corrente elettrica, privando della luce molte abitazioni. Non si sono fortunatamente registrati danni a persone. Nonostante questo, sono state numerose le richieste di soccorso giunte al Comando provinciale di Catanzaro dei Vigili del Fuoco. Le forti raffiche di vento hanno tranciato alcuni cavi della rete elettrica e molte case, al momento, sono senza luce. Sul posto si sono recate alcune squadre dell'Enel per il ripristino dell'energia elettrica.

I danni della tromba d'aria nel catanzarese

In provincia di Lecce, a Capo di Leuca, ha avuto luogo l’altra violenta tromba d'aria, che ha devastato soprattutto le marine di Tricase, provocando crolli in abitazioni, chiese e monumenti, sradicando alberi secolari e affondando 12 imbarcazioni all'interno del porticciolo. Il vortice, generatosi dopo un'improvvisa grandinata, ha provocato il crollo di una facciata della chiesetta di San Nicola, causando danni anche a una abitazione vicina. Lungo la litoranea verso Tiggiano si sono registrati muretti crollati e molti alberi caduti, pannelli fotovoltaici, pali delle luce e della segnaletica divelti. Le località più colpite, oltre all'area portuale di Tricase, dove sono stati devastati due ristoranti, sono state Marina Serra, Patù, Morciano di Leuca, Andrano, Miggiano e Tiggiano. Stamani i tecnici del Comune insieme al sindaco di Tricase, Carlo Chiuri, hanno effettuato un sopralluogo nelle due chiesette crollate. Ingenti i danni soprattutto al santuario di Santa Maria Assunta, a Marina Serra. In totale, oltre 20 km di costa sarebbero stati danneggiati dal vortice.

Tra Terracina e San Felice Circeo, in località San Vito, una grossa voragine si è aperta sulla strada. Si cerca ancora un disperso, la cui auto è stata inghiottita dal fango terra ed è stata ritrovata semisepolta. Le operazioni di ricerca sono particolarmente complesse a causa della forte corrente dei canali che costeggiano la strada.

A bordo dell'auto travolta dallo smottamento della via Pontina, oltre al disperso, c'era anche un altro uomo – che è riuscito a uscire dall'abitacolo e a salvarsi. Ora è ricoverato in ospedale in osservazione, mentre è illesa la donna che si trovava a transitare sulla Pontina poco prima del crollo e che ha assistito alla scena. L'auto coinvolta nello smottamento, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata trascinata dalla corrente di un canale che scorre vicino alla strada.

Non si placherà il maltempo per la giornata di oggi, con l’allerta gialla (ordinaria criticità) che proseguirà su tutta la penisola, sia per il rischio idraulico che idrogeologico. A essere interessate saranno soprattutto le aree del centro e del sud, con Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Sicilia, Veneto, Basilicata, Campania e Calabria, mentre proseguirà la grave situazione in Veneto, con le frane non ancora sotto controllo.

red/gp

(Fonte: ANSA)