fonte: Provincia Autonoma di Trento

Maltempo in Veneto e in Trentino, allagamenti e alberi caduti

Colpita la Pedemontana vicentina e alcuni Comuni del padovano in Veneto e il capoluogo del Trentino. Zaia firma lo stato di crisi e chiede lo stato di emergenza

Un violento nubifragio ieri pomeriggio ha colpito la pedemontana vicentina, in particolare Piovene Rocchette dove si sono verificati allagamenti e fango e ghiaia hanno invaso alcune strade. Sono intervenuti i vigili del fuoco, gli uomini della Protezione Civile locale e della provincia di Vicenza a supporto.

Anche nei Comuni padovani di Montegrotto, Abano Terme e Selvazzano si sono registrati interventi per allagamenti stradali e alberi caduti.

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia ha provveduto a firmare un nuovo decreto sullo Stato di Crisi e la richiesta dello Stato di Emergenza che rimane aperta in considerazione delle previsioni meteo per contemperare eventuali nuove situazioni che si dovessero ulteriormente verificare.

Gran lavoro per i Vigili del fuoco anche a Trento nel pomeriggio di ieri in conseguenza del violento temporale che ha colpito il capoluogo. Diversi gli allagamenti a cominciare da quello che ha interessato l’Ospedale Santa Chiara, ma fortunatamente non si segnalano feriti. L’episodio più grave in via San Severino dove il vento ha scoperchiato il tetto di un edificio ed ha abbattuto due piante. A Ravina, nella zona del Belvedere, si è registrata una piccola colata detritica, mentre in un condominio nel quartiere di San Bartolomeo c'è stato un piccolo incendio, probabilmente dovuto ad un corto circuito, subito spento. I temporali hanno interessato anche il resto del Trentino, ma non si segnalano al momento particolari problemi.

red/mn

(fonte: Regione del Veneto, Provincia Autonoma di Trento)