Maltempo, l'Italia flagellata da vento e piogge, 4 morti

Va attenuandosi l'ondata di maltempo

Si va attenuando l'ondata di maltempo che ha portato un drastico abbassamento delle temperature e venti fortissimi in tutta Italia e provocato la morte di quattro persone e l'affondamento di un peschereccio a Giulianova, in provincia di Teramo. A Roma, dove nel pomeriggio di ieri si e' abbattuta una tromba d'aria, e' morta una ragazza romena di 19 anni la cui vettura e' stata colpita da un albero e sono rimaste ferite alcune persone, la piu' grave una donna travolta da un albero mentre era in auto all'Eur; una vittima anche a San Liberato, nel Ternano e a Desenzano del Garda, dove un infermiere di 53 anni, intento a praticare kitesurf sul lago di Garda, e' deceduto a causa del forte impatto sull'acqua per una raffica di vento. A Pordenone un commerciante di 59 anni e' morto nel pomeriggio dopo essere stato colpito da infarto mentre cercava di chiudere tende e ombrelloni della sua struttura commerciale. Le trombe d'aria e i venti fortissimi hanno provocato danni un po' ovunque con alberi caduti o sradicati e campagne sommerse dall'acqua. Per oggi il bollettino meteo porevede situazione in miglioramento al centro mentre le piogge continueranno, da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale localmente di forte intensita', su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Basilicata, Sicilia nord-orientale, con quantitativi cumulati deboli localmente moderati; isolate e deboli nevicate sull'Appennino centrale nella prima mattina sopra i 1100-1300 metri. Temperature: senza variazioni rilevanti, ma in ulteriore lieve diminuzione. (Fonte ASCA)