Previsioni_meteo_10_02_2016 (fonte:DPC)

Maltempo: prosegue l'allerta per temporali e forte vento. Criticità arancione per Liguria e Toscana

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse dal pomeriggio di oggi, martedì 9 febbraio, per temporali su Friuli Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Lazio, Basilicata e Calabria e vento forte con raffiche di burrasca. Neve sull'Appennino centrale al di sopra dei 1.000 metri

Una veloce perturbazione atlantica sta attraversando l'Italia, con fenomeni di instabilità su gran parte delle nostre regioni, accompagnata da un significativo rinforzo dei venti. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile che, sulla base delle previsioni disponibili ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede, dal pomeriggio di oggi, martedì 9 febbraio, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Friuli Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Lazio, Basilicata e Calabria.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. La quota neve sull'Appennino centrale è prevista al di sopra dei 1.000 metri con quantitativi cumulati localmente moderati.

Dalla tarda serata di oggi, inoltre, si prevedono venti forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca o burrasca forte, su Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, in estensione a Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.
 

Questi i fenomeni meteo previsti per domani, mercoledì 10 febbraio:
- precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su tutte le regioni centro-meridionali, Triveneto, Lombardia orientale e zone di confine alpine occidentali, con quantitativi cumulati generalmente deboli, localmente moderati su Friuli Venezia Giulia, settori interni di Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e sulla Campania,
- nevicate al di sopra dei 500-600 m sui settori alpini orientali e dei 900-1200 m sull’Appennino centrale,
- visibilità: nessun fenomeno significativo,
- temperature senza variazioni significative,
- venti forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca, su Liguria, Emilia–Romagna e su tutte le regioni centrali; forti sud-occidentali sulle regioni meridionali, in rotazione da ovest e con raffiche di burrasca nel pomeriggio,
- mari da molto mossi ad agitati tutti i bacini; localmente molto agitati il Mar Ligure ed il Tirreno.


Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi e domani criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria di levante e Toscana settentrionale.
Domani, invece, è prevista criticità gialla per rischio idraulico diffuso sulla pianura emiliana e sul Veneto settentrionale, mentre per rischio idrogeologico localizzato su Friuli Venezia Giulia, Veneto centro-occidentale, appennino emiliano, Umbria, zone interne del Lazio, Campania, Basilicata e Calabria tirrenica centro-settentrionale.
Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it).

red/pc
(fonte: DPC)