Maltempo: tra Friuli e Veneto ferrovie nel caos, in Emilia sale il livello del Secchia

Il maltempo ieri ha fatto tornare l'inverno in Friuli Venezia Giulia e in alcune zone del Veneto e delle altre regioni del nord Italia. In Emilia Romagna invece si registra un aumento del livello del fiume Secchia

La linea ferroviaria tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto è in tilt: pioggia, bora e gelo tra Trieste e Monfalcone hanno ghiacciato i binari e i cavi di alimentazione causando la paralisi dei treni tra le due città, con conseguenze di ritardi di oltre 100 minuti anche nel confinante Veneto. Alcuni collegamenti dovrebbero però essere garantiti da Trenitalia tra le stazioni di Trieste e Monfalcone, sulle linee Trieste-Venezia/Udine grazie all'uso di treni diesel.

Il maltempo ha sostanzialmente fatto tornare l'inverno, nelle montagne del Friuli Venezia Giulia infatti la temperatura è tornata sotto lo zero e la bora a Trieste soffia oggi a 80-90 km/h, ma ieri ha raggiunto anche i 130 km/h ghiacciando in pochissimo tempo la pioggia caduta, diventata neve ieri in serata. Nella città ieri si sono generati infatti non pochi disagi al traffico e per oggi è stata decretata la chiusura delle scuole a Trieste e Duino, e ancora non sono stati contati i danni all'agricoltura.
Il gelo ha messo in ginocchio anche i trasporti su gomma, ieri infatti centinaia di mezzi pesanti sono rimasti incolonnati sul raccordo dalla barriera del Lisert verso Trieste e nell'area di Portorosega a Monfalcone. Agli autisti dei camion sono stati distribuiti kit comprendenti anche una bevanda calda.
Per oggi a Trieste sembra che il cielo tenda a schiarirsi e lasciare spazio ad un po' di sole, ma prima che il ghiaccio si sciolga dovranno passare diverse ore.

In Veneto il centro funzionale decentrato della protezione civile ha dichiarato lo stato di attenzione fino alle 14 di oggi per rischio idrogeologico e idraulico tra le province di Padova, Vicenza, Verona, Venezia e Treviso. Ieri a Venezia ha nevicato, ha soffiato la bora e la città si è trovata anche alle prese con l'innalzamento della marea.

In Emilia invece il fiume Secchia comincia a destare preoccupazione: nelle ultime 48 ore sono caduti in media trenta-trentadue millimetri di pioggia che hanno fatto rapidamente alzare il livello del fiume a circa 7 metri, che rappresentano la prima soglia di attenzione.





Redazione/sm