Maltempo: tromba d'aria in Molise e allagamenti a Rimini, una vittima

Il maltempo che ieri si è abbattuto su molte Regioni italiane ha creato danni e disagi: in Emilia Romagna una donna ha perso la vita nel riminese a causa dell'allagamento della sua casa e del giardino, in Molise una tromba d'aria ha flagellato la costa e nelle regioni centrali si sono abbattuti nubifragi e grandinate

Acquazzoni, nubifragi, grandinate, allagamenti e trombe d'aria. E' il bilancio del maltempo che ieri ha flagellato diverse Regioni italiane, causando anche la morte di una donna in provincia di Rimini.

EMILIA ROMAGNA - La riviera romagnola è stata duramente colpita ieri da una pioggia torrenziale che ha allagato diverse strade, case, sottopassi e anche l'autostrada A14. Una donna è stata trovata morta nel proprio giardino a Santa Cristina di Rimini. Tutta la casa era allagata e anche il giardino con circa 20 cm di acqua al suolo. Non è chiaro se la donna sia scivolata battendo la testa e sia poi annegata, oppure se sia stata colpita da un malore. Sulla dinamica dell'episodio, probabilmente un incidente, non ci sono ancora certezze.
Sempre lungo la riviera romagnola altre due donne, invece, sono rimaste ferite: stavano viaggiando su un'auto quando sono finite in un canale lungo la SS 72, all'altezza del km.9+900. All'interno della vettura c'erano una donna di 40 anni e una signora anziana. Nel tentativo di fermarsi sul ciglio della strada a causa della forte grandinata in atto l'auto è finita nel fosso, con l'acqua all'altezza della portiera. Grazie all'intervento della Sezione Polizia stradale di Rimini e il supporto di un fuoristrada che stava percorrendo quel tratto di strada, è stato possibile tirare fuori l'autovettura con la fune di traino. Illese le due donne.
E' stato chiuso per alcune ore il tratto Rimini Nord-Riccione dell'Autostrada A14 per allagamenti e la situazione è stata critica anche su diverse altre strade della provincia. Centinaia le richieste di soccorso a Vigili del fuoco, Protezione civile e 118, con le squadre di emergenza che hanno avuto difficoltà a spostarsi per l'allagamento anche dei sottopassaggi che collegano la zona mare di Rimini alla zona monte. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire con le idrovore per poter compiere diversi interventi.

MARCHE - Pesaro è stata letteralmente travolta da un violento nubifragio, a cui si è aggiunta anche una forte grandinata. L'acquazzone ha bagnato la città alle 17 allagando il sottopassaggio di via Gradara, dove è stato necessario l'intervento delle pompe per asportare l'acqua che si era accumulata. Chiuso anche il sottopasso che dalla statale Adriatica porta al camping Norina, letteralmente sommerso da quasi un metro d'acqua. In alcuni punti l'acqua è arrivata anche a 90 cm e su alcune carreggiate sono anche caduti degli alberi.

ABRUZZO - Rovesci e temporali, anche di forte intensità, si sono abbattuti ieri anche sull'Abruzzo, specialmente su Pescara, Chieti e sulla costa teramana. Circolazione rallentata, danneggiamenti ad alcune apparecchiature elettriche e grandinate hanno interessato diversi paesini delle province causando notevoli disagi. Sulla Regione si prevede ancora maltempo.

MOLISE - Una tromba d'aria ha colpito con forza la costa molisana scaraventando ombrelloni in mare, rovesciando gazebo e provocando panico nei villeggianti. Strade, negozi, case e garage allagati, alberi e detriti caduti sulle strade e disagi alla circolazione, sono alcuni dei problemi generati dal maltempo che ha accompagnato la formazione della tromba d'aria. Ingenti poi i danni alle strutture balneari: gli operatori chiedono il riconoscimento dello stato di calamità naturale e puntano anche il dito contro la Capitaneria di Porto che, a loro dire, "non ha lanciato l'allerta meteo".


Redazione/sm