Massacro di Parigi: "Attacco alla pace di tutta l'umanità"

Un massacro nella notte a Parigi, il terrorismo ha colpito al cuore la capitale francese e tutta l'Europa. Padre Lombardi, portavoce di Papa Francesco ha definito la strage un "attacco alla pace di tutta l'umanità"

Sparavano all'impazzata, senza sosta se non quella per ricaricare le armi. Sapevano che anche loro da lì a poco sarebbero morti e non hanno guardato in faccia a a nessuno.
Al ristorante, a teatro, allo Stade de France, per la strada. Al venerdì sera, la sera che per molti celebra la fine della settimana lavorativa, la sera dello svago, nei centri dello svago. Volevano colpire al cuore e hanno colpito. Il cuore della Francia, Parigi, la Ville Lumière.
Un numero di vittime ancora imprecisato che oscilla dai 126 ai 158 a seconda delle fonti,
197 feriti di cui
80 gravi. 8 terroristi morti, pare siano tutti giovani: quattro sono morti durante l'irruzione della polizia al teatro Bataclan, tre si sono fatti saltare con la cintura esplosiva, uno è stato ucciso dagli agenti. Altre tre kamikaze si sono fatti saltare davanti allo Stade de France, provocando la morte di tre passanti e numerosi feriti gravi. Un ottavo terrorista, secondo la procura, è stato ucciso a boulevard Voltaire, nei pressi del Bataclan. Si teme che ci siano altri complici in fuga ma se ne ignora il numero.
Il presidente
della Repubblica François Hollande, ha dichiarato lo stato d’emergenza. Lo stesso Hollande si trovava in uno dei punti sotto attacco, lo Stade de France, dove era in corso l'amichevole Francia-Germania. Il presidente è stato allontanato immediatamente dai servizi di sicurezza e trasferito all'Eliseo da dove ha coordinato le prime fasi della risposta all'emergenza.
Chiuse le frontiere nella notte, ora sono state riaperte ma i controlli sono serratissimi, chiuso il tunnel del Monte Bianco, aperti gli aeroporti dove si registrano lunghe code. L'amercan airlines nella notte ha sospeso i voli da e per la Francia
E la città di Parigi è imm
obile,
sotto shock: chiuse le scuole e le stazioni gli uffici pubblici, sospesa ogni attività pubblica o culturale. Disposti gli arresti domiciliari per tutti coloro sospettati  di essere una minaccia alla sicurezza francese
L'attacco è stato rivendicato nella dall'Isis,che sin da subiti era stato indicato  possibilie responsabiledel massacro per via della modalità degli attacchi e dell'uso di granate e kalaschikov.
Da tutto il mondo messaggi e dimostrazioni di solidarietà.
Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha telefonato questa mattina a Hollande, ribadendo che i due Paesi "continueranno a lavorare insieme e con altri Paesi nel mondo per sconfiggere il flagello del terrorismo".