Fonte ingv

Messico, terremoto di magnitudo 7.2 vicino ad Acapulco

Inizialmente era stata diramata anche un'allerta tsunami poi ritirata, al momento si conta una vittima e numerosi danni a strade e case

Un terremoto di magnitudo 7.2 è avvenuto in Messico vicino alla zona turistica di Acapulco questa notte, mercoledì 8 settembre, alle 3:47 ora italiana, alle 20:47 orario locale in Messico. Il potente terremoto ha colpito il sud ovest del Messico vicino alle spiagge di Acapulco causando anche una vittima e il crollo di alcuni massi e danneggiando alcuni palazzi. Molte persone si sono riversate in strada. La scossa ha colpito le colline intorno a un resort abbatendo alberi e lanciando grandi massi sulle strade.

Allerta tsunami
Inizialmente il centro di allerta tsunami americano aveva lanciato l'allerta tsunami ritenendo pericolose le onde generate dalla scossa a 300km di distanza. Poco dopo l'allerta è rientrata in quanto si è ritenuto che la minaccia fosse superata. L'agenzia di difesa civile ha detto che sta conducendo una ricognizione dello stato di sicurezza delle persone e dei danni in 10 stati.

Avvertita anche a Città dek Messico
A Città del Messico, a 375 km di distanza dall'epicentro, il sisma ha fatto tremare la terra per circa un minuto in diverse zone della città. Nel sobborgo di Città del Messico, Roma le luci si sono spente e i residenti impauriti sono scappati con il poco che avevano, alcuni in pigiama, racconta un testimone dell'Agenzia Reuters. I residenti di Città del Messico sono rimasti in gruppo sotto la pioggia insieme con i propri figli o animali, troppo preoccupati per rientrare nelle proprie case al buio. 

red/cb
(Fonte: Ingv, The Guardian)