Meteo: maltempo a Nord e al Centro. Allerta arancione di Lombardia e Veneto

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse che prevede da questa mattina (lunedì 27 giugno), temporali sul Veneto, Friuli Venezia Giulia e sulle Marche, accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento

Il transito di un’area di bassa pressione di origine atlantica sulle regioni settentrionali, continua a favorire lo sviluppo di attività temporalesche, in particolare fra la Lombardia e il Triveneto, con un parziale interessamento dei versanti adriatici del centro Italia.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede dal primo mattino di oggi, lunedì 27 giugno, il persistere di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul Veneto e sul Friuli Venezia Giulia: sono inoltre attese, sempre dalla mattinata di oggi,  precipitazioni temporalesche anche sulle Marche; tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.
Più nel dettaglio per oggi si prevedono:
- precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori prealpini e pianeggianti della Lombardia, sul Triveneto e sull’Emilia Romagna, con quantitativi cumulati puntualmente moderati, più significativi sui citati settori della Lombardia orientale e su Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia;
- precipitazioni isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale ad evoluzione pomeridiana, su Liguria di Levante, settori appenninici della Toscana, settori interni ed appenninici delle Marche, Umbria meridionale, zone interne del Lazio centro-settentrionale e di Abruzzo e Molise, Puglia centro-settentrionale, versanti orientali della Basilicata e sull’Etna, con quantitativi cumulati puntualmente moderati sui rilievi delle Marche, sul versante adriatico dei rilievi abruzzesi e sull’Umbria sud-orientale, generalmente deboli altrove.
- visibilità: nessun fenomeno significativo.
- temperature: in generale calo nei valori massimi, localmente anche sensibile, sulle regioni centrali; massime ancora elevate su Puglia, versanti ionici peninsulari e settori meridionali e ionici della Sicilia.
- venti: localmente forti occidentali sulla Sardegna settentrionale.
- mari: molto mossi il Mar di Sardegna, il Tirreno centrale e localmente il Mar Ligure.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi allerta arancione, per rischio idrogeologico, sulle zone montane del Veneto e per rischio idraulico sul Nodo idraulico di Milano L’allerta gialla sarà sul Friuli Venezia Giulia, sulle restanti aree del Veneto e della Lombardia centro-settentrionale, sulle Marche, sull’Abruzzo e sulle zone interne del Molise.
Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali sono invece gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

red/pc
(fonte: DPC)