Migranti, Fassino (ANCI): i Comuni riconfermano l'impegno di solidarietà e fraternità

Oggi 3 ottobre, ricorrenza di una delle pagine più nere della recente storia dei flussi migratori, Piero Fassino, presidente nazionale dell'ANCI, riconferma l'impegno dei Comuni italiani a "fare fino in fondo e bene la propria parte in una grande azione di solidarietà e fraternità".

"Oggi 3 ottobre è Giornata della Memoria e dell'Accoglienza, parole impegnative che richiedono di essere pronunciate con consapevolezza". Lo scrive il presidente nazionale dell'ANCI, Piero Fassino, in un articolo pubblicato sul sito dell'Associazione.

"Memoria - sottolinea Fassino - per non dimenticare quei bambini, quelle donne, quegli uomini che hanno trovato la morte in un viaggio che per loro era della speranza. Non dimenticare l'abisso di povertà, di fame, di dolore da cui fuggivano. Una condizione umana di sofferenza e di sottosviluppo che richiama la responsabilità delle nostre nazioni ricche di agire - con investimenti e politiche di cooperazione economica e sociale - per far sì che anche in quei luoghi disperati si possano creare opportunità di sviluppo e di vita dignitosa".
"Accoglienza - prosegue il presidente dell'ANCI - per essere consapevoli che a gente disperata che cerca in Europa ragioni di vita, di lavoro, di dignità abbiamo il dovere di tendere la mano e di accoglierli, offrendo loro la possibilità di ritrovare qui quel che mai potrebbero avere altrove".
"È a questi valori - sottolinea ancora Fassino - che si ispira l'azione di tanti Sindaci e di tante comunità locali, che con generosità e piena disponibilità, hanno accolto profughi e migranti, dando loro un tetto, integrandoli e facendoli sentire rispettati e benvoluti. Un impegno che, accanto alle strutture comunali, vede mobilitate ogni giorno parrocchie, associazioni umanitarie, istituzioni sanitarie e educative e tante persone che mettono a disposizione le loro competenze".
"Ed è con la consapevolezza di quanto tutto ciò sia giusto - conclude Fassino - che riconfermiamo l'impegno dell'ANCI e dei Comuni italiani a fare fino in fondo e bene la propria parte in una grande azione di solidarietà e fraternità".

red/pc