Migranti: stato d'emergenza
Berlusconi firma il decreto

Su proposta del Capo del Dipartimento di Protezione civile, Franco Gabrielli, il Premier ha decretato lo stato di emergenza umanitaria nel territorio del Nord Africa

Il Presidente del Consiglio ha dichiarato con un decreto, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, ''lo stato di emergenza umanitaria nel territorio del Nord Africa per consentire un efficace contrasto dell'eccezionale afflusso di cittadini nel territorio nazionale''

La proposta del provvedimento è arrivata dal capo del Dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, con la motivazione de: ''la grave situazione determinatasi nella fascia del Maghreb ed in particolare nel territorio della Repubblica della Libia che ha causato l'emigrazione di un gran numero di cittadini libici, la maggior parte dei quali si è riversata al confine con la Tunisia, creando un emergenza di carattere umanitario di estese proporzioni''. La situazione, indica il provvedimento, ''e' destinata ad aggravarsi ulteriormente in ragione dall'attuale clima di grave instabilità politica che interessa gran parte dei Paesi del Nord Africa''. Emerge, perciò, ''la necessita' di porre in essere misure di carattere straordinario ed urgente finalizzate alla predisposizione di strutture idonee per le necessarie forme di assistenza umanitaria nei territori del Nord Africa, assicurando nel contempo l'efficace contrasto dell'immigrazione clandestina nel territorio nazionale', nonché ''l'ineludibile esigenza di assicurare l'urgente attivazione, in coordinamento con il ministero degli Affari esteri, di interventi in deroga all'ordinamento giuridico. L'Italia partecipa alle attività di carattere umanitario su richiesta dei governi egiziano e tunisino.


 

Redazione