fonte foto: Misericordie Toscana

Misericordie Toscana: 16 al 18 settembre il meeting regionale

Si terrà all'Isola d'Elba l'VIII° Meeting delle Misericordie toscane che radunerà, dal 16 al 18 settembre prossimi a Portoferraio, volontari da tutta la Toscana provenienti delle 311 Misericordie regionali


Quest'anno si svolgerà a Portoferraio (Livorno) il Meeting regionale delle Misericordie della Toscana, giunto alla sua ottava edizione. L'appuntamento è per il fine settimana dal 16 al 18 Settembre, quando sull'Isola d'Elba arriveranno rappresentanti delle 311 Misericordie toscane e volontari da ogni parte della regione. Un appuntamento fisso ormai per i confratelli delle Misericordie che stavolta cade davvero in un anno particolare, in cui si celebra il Giubileo straordinario della Misericordia. Il programma che sta prendendo forma è già molto intenso, ma verrà certamente ampliato nelle prossime settimane. Il campo base, aperto da venerdì 16, sarà allestito presso il cantiere navale ESAOM.
I confratelli si ritroveranno insieme per una tre giorni di condivisione in cui confrontarsi e raggiungere gli obiettivi comuni. Perché le Misericordie, nonostante i quasi otto secoli di vita, hanno ancora grandissima vitalità, come dimostrano i 300 mila confratelli, 60mila dei quali impegnati in attività concrete di volontariato.


Fra le tante attività di volontariato delle Misericordie, spiccano quelle di Protezione civile, prevenzione e soccorso in caso di emergenze di massa: l'organo tecnico centrale da cui dipende l'intera organizzazione di Protezione Civile delle Misericordie è l'UGEM.
Con il servizio di Protezione Civile, le Misericordie sono operative nei seguenti settori:

Soccorso Sanitario;
Antincendio Boschivo;
Raccolta di aiuti umanitari;
Soccorso in mare;
Soccorso Umanitario Internazionale;
Servizi per la logistica degli evacuati;
Vigilanza per la sicurezza lungo le coste;
Protezione dei beni artistici e ambientali;
Gestione di Centri di Accoglienza profughi.


Il servizio di Protezione Civile delle Misericordie rappresenta il maggiore fenomeno di Volontariato del settore in Europa. In caso di necessità, può intervenire attingendo risorse fra: oltre 70mila confratelli (di cui oltre 2mila specializzati nel settore); 2.500 autoambulanze e mille mezzi speciali. Il servizio dispone inoltre di ospedali da campo, posti medici avanzati, cucine da campo, sala operativa nazionale e centri operativi.

red/pc
(fonte: Misericordie Toscana)