Fonte sito ministero della Transizione ecologica

Mite, aperto il bando per transizione energetica di scuole, ospedali e palestre

Il finanziamento del nuovo Fondo Kyoto di 200 milioni di euro servirà per interventi di efficientamento energetico e idrico

Migliorare i parametri di efficienza energetica e idrica delle scuole, delle strutture sanitarie e sportive di almeno due classi energetiche. È questo l'obiettivo del bando da 200 milioni di euro del Mite, il ministero della Transizione Ecologica.

A chi è rivolto
Sulla scorta delle precedenti esperienze di finanziamento, il nuovo Fondo Kyoto è destinato a finanziare la riqualificazione energetica di circa 250 edifici, comprese Università, centri sociosanitari, palestre, piscine e tutte le strutture di proprietà di Enti pubblici. Il finanziamento massimo che si può richiedere per singolo edificio è di due milioni di euro. Il prestito ottenuto sarà a tasso agevolato (0,25% di interesse, durata massima 20 anni) cumulabile con il conto termico e con altre forme di aiuto economico.

I tempi e le modalità
Le domande di ammissione al bando devono essere compilate attraverso il portale informatico messo a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti (soggetto gestore del Fondo) e inoltrate a mezzo PEC ai seguenti indirizzi: fondokyoto@pec.minambiente.it e cdpspa@pec.cdp.it. La procedura di ammissione a finanziamento è effettuata secondo l’ordine cronologico di ricezione delle istanze, fino ad esaurimento dei fondi disponibili, pari a 200 milioni di euro. Le modalità e i requisiti di partecipazione sono disciplinati dal decreto interministeriale 11 febbraio 2021, n. 65. L’Avviso di apertura dei termini è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale del 22 giugno 2021. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 19 dicembre 2021.

Transizione ecologica
«La maggior parte degli edifici italiani nasce prima della previsione dei nuovi criteri per il risparmio energetico, per questo stiamo predisponendo una grande campagna per l’efficientamento energetico e la riqualificazione degli edifici – spiega Vannia Gava, Sottosegretaria al MiTE –. Non solo super bonus, che va esteso anche alle strutture alberghiere di un Paese a grande vocazione turistica, ma altre iniziative pratiche e già pronte come il rilancio del Fondo Kyoto. Anche oggi un altro passo nel cammino della transizione».

Red/cb

(Fonte: Mite)