Mondo del Volontariato:
che società sarebbe senza?

Si terrà venerdì a Firenze un convegno organizzato dal Cesvot, il Centro Servizi Volontariato Toscana, dal titolo:"... e se il volontariato non ci fosse? Prospettive e scenari del volontariato nell'area fiorentina".

Proprio nei giorni delle polemiche sul ruolo dei volontari, scaturite dal caso di Yara Gambirasio, viene offerto un momento di riflessione e confronto fra istituzioni, esperti e volontari sul ruolo, i punti di forza e le criticità, del volontariato nella società attuale, all'avvio delle celebrazioni per l'Anno Europeo del Volontariato. Il convegno organizzato dal Cesvot dal titolo "... e se il volontariato non ci fosse? Prospettive e scenari del volontariato nell'area fiorentina" si terrà venerdì 11 marzo a Firenze, presso la Sala de' Dugento di Palazzo Vecchio, a partire dalle ore 16.00. Al centro del dibattito le tematiche dell'inclusione sociale e della protezione civile applicata ai beni culturali. La presentazione dei dati sul volontariato dell'area fiorentina, inoltre, arricchita dalla testimonianza di alcune associazioni, permetterà di analizzare le problematiche in relazione al territorio e all'effettiva presenza del volontariato operante nella provincia.

Patrizio Petrucci, presidente del Cesvot ha risposto alla domanda posta dal titolo del convegno: "La risposta la dovrebbero dare quei milioni di cittadini che si confrontano e sono a contatto ogni giorno con le molteplici esperienze di volontariato". Ed ha aggiunto: "In una società che sta perdendo la bussola il volontariato rimane un prezioso strumento per dare un senso alla vita individuale e collettiva. Costruendo - e questo è fondamentale - un'alleanza paritetica con le istituzioni per far fronte anche ai nuovi bisogni emergenti".

Ivana Ceccherini, presidente della delegazione Cesvot di Firenze che ha promosso l'iniziativa
ha dichiarato: "Il momento storico che stiamo vivendo esige molta attenzione. Le associazioni di volontariato svolgono un ruolo di collegamento fra istituzioni pubbliche e società. Fra i tanti problemi il volontariato resiste in quanto forza insopprimibile che nasce dalla libera decisione di ogni persona di utilizzare le proprie risorse a favore degli altri".

Il convegno sarà aperto da un'intervista al professor Stefano Zamagni, economista fra i massimi esperti del non profit e presidente dell'Agenzia per il Terzo Settore.
E' prevista la partecipazione del sindaco Matteo Renzi, del presidente della Provincia Andrea Barducci e dell'assessore comunale alle politiche socio-sanitarie Stefania Saccardi, che siederanno alla tavola rotonda insieme al presidente del Cesvot Patrizio Petrucci e agli altri esperti invitati.


Julia Gelodi