Monte Bue, una vittima
V.d.F.: precipita elicottero

L'uomo, 30 anni, era stato ritrovato con una forte ipotermia. Aveva passato oltre tre ore sotto 2,5 metri di neve. La tormenta che imperversa nella zona ha disturbato il velivolo nella fase di atterraggio. L'elicottero ha urtato le fronde di alcuni alberi, e il pilota è stato costretto ad un atterraggio d'emergenza. Fortunamente illeso l'equipaggio

Deceduto maestro di sci. Investito da una slavina staccatasi dal Monte Bue, un uomo di 30 anni, maestro di sci, è morto dopo aver passato oltre tre ore sotto una coltre di neve di 2,5 metri di neve. Ritrovato in stato di ipotermia dopo essere stato investito da una valanga, l'uomo è deceduto poche ore dopo. A quanto si apprende dalle prime ricostruzioni la valanga aveva un fronte di circa 15 metri e ha sfiorato un gruppo di altri sciatori che si trovavano in compagnia del ferito. Sembra, inoltre, che le comitiva stessa sciando fuori pista. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Genova, i mezzi del 118, e il Soccorso alpino della Liguria con uomini delle stazioni di Rapallo, Genova e Spezia, oltre che di Piacenza e Borgo Taro (Parma). Secondo un ultimo aggiornamento, dal Piemonte stanno arrivando anche i cani anti-valanga. La porzione di montagna interessata è chiamata “tratto della Cipolla” e si trova sotto il rifugio di monte Bue.

Atterraggio d'emergenza. A causa della tormenta di neve che interessa la zona, l’elisoccorso dei Vigili del fuoco impegnato nelle operazioni di soccorso ha urtato con il rotore, ad una altezza di 1600 metri,  le fronde di alcun faggi. Secondo quanto riporta il Secolo XIX Il pilota è stato costretto ad un atterraggio d'emergenza - piuttosto "violento" - su un campo innevato. Fortunamente l'equipaggio è illeso, e gli uomini stanno cercando di fare ripartire il velivolo.

Red - ev