Napoli e il biodegradabile
Se ne parla in un convegno

Nella città che sconta un'emergenza rifiuti senza fine, un convegno sull'importanza del biodegradabile

Ridurre l'inquinamento è una priorità per l'uomo del ventunesimo secolo: lo è ancor di più per chi abita a Napoli, una città continuamente assediata dai rifiuti anche per colpa di mancate politiche urbanistiche: è comprovato infatti che una maggiore raccolta differenziata, la cui percentuale non arriva in città al 20%, sarebbe un primo passo verso la risoluzione dell'emergenza.
Altra frontiera da esplorare è il biodegradabile: se na parla oggi, a partire dalle 9, in un convegno presso Holiday Inn di Napoli.
Si parlerà di rivoluzioni scientifiche e delle loro applicazioni nel settore con il professore Cosimo Carfagna, direttore dell'istituto di chimica e tecnologia dei polimeri del CNR e professore ordinario di fondamenti di chimica delle tecnologie all'università "Federico II".

A seguire, sarà quindi la volta di esponenti di Legambiente Campania, che contribuiranno a commentare lo stato dell'arte nella regione con i dati a loro disposizione, nonché del punto di vista legale dell'avvocato Giuseppe Rocco che passerà a sua vota in rassegna le problematiche interpretative ed applicative con riguardo alla normativa vigente in materia di imballaggi e rifiuti di imballaggi, la normativa comunitaria e nazionale, la valenza giuridica delle norme tecniche UNI EN ed i profili giursprudenziali comunitari e nazionali.

Red. - GZ