Neve sotto i mille metri
Miglioramenti da domani

Il maltempo continua a interessare il nostro Paese con nevicate anche sotto i mille metri e un sensibile calo delle temperature

Un'altra giornata caratterizzata dal maltempo, in particolare sulle regioni centro-meridionali e su Emilia-Romagna, Liguria e settori meridionali veneti, piemontesi e lombardi. Deboli nevicate anche sotto i mille metri sull'Appennino emiliano, toscano, marchigiano e abruzzese, mentre sulle Alpi, attorno ai 2000 metri di quota, sono scesi anche 50 centimetri di neve. La neve e i forti venti che continuano ad interessare la maggior parte delle regioni italiane hanno causato una serie di disagi alla circolazione: i passi alpini sono stati chiusi o transitabili solo con le catene.

Disagi in Trentino, dove il maltempo e la nevicata di ieri hanno causato problemi alla viabilità e black out elettrici
: a causa della caduta di alberi sulle linee dell'alta tensione, l'altopiano di Lavarone è rimasto senza elettricità, mentre Ponciach di Faver, piccolo paese del Trentino a quota 1.050 metri, è stato evacuato a causa della neve che minacciava le case e ha abbattuto gli alberi. Nevicate anche anche a Campo Imperatore, sul Gran Sasso, dove la temperatura è scesa sotto lo zero durante la notte, e piogge sparse sul resto della Regione, ma senza problemi per la viabilità.

Al sud le precipitazioni si accentueranno nelle prossime ore: fino al tardo pomeriggio potrebbero verificarsi forti acquazzoni su Calabria, Basilicata e Puglia; instabilità anche sulle isole.

Da domani la situazione dovrebbe migliorare: la depressione sull'area ionica si sposterà, portando bel tempo al nord e un graduale miglioramento sulle regioni centrali; da giovedì il tempo stabile e il sole si estenderanno a tutte le regioni.



Redazione