Il maltempo continuerà a tenerci compagnia la prossima settimana

Non si attenua il maltempo
Ancora pioggia in arrivo

il tempo incerto ci accompagnerà per tutta la prossima settimana. I modelli odierni indicano un marcato miglioramento solo verso il 25 aprile

La ferita inferta dal vortice Lucia faticherà a rimarginarsi e lascerà la nostra Penisola in balia di nuove e ripetute fasi di maltempo.

La configurazione che si è andata a creare in questi giorni, con
l'alta pressione delle Azzorre sempre più defilata in pieno Oceano, permetterà così alle perturbazioni in arrivo dalll'Atlantico di "abbordare" facillmente l'Italia e di portare nuove piogge che andranno in parte a rimediare al pesante deficit di precipitazione di questi ultimi mesi.

Entrando nel dettaglio lunedì una nuova circolazione depressionaria andrà approfondendosi sul Mediterraneo centrale rinnovando condizioni di tempo instabile su buona parte dell'Italia. Piogge e rovesci insisteranno su gran parte del Centro Sud peninsulare almeno sino alla notte quando un parziale miglioramento inizierà a farsi strada su Ioniche e medio-alto versante tirrenico (quest'ultimo iniziarà la settimana tuttavia in compagnia di alpie schiarite); temporali anche intensi tra Calabria ionica e Salento. I fenomeni, seppur attenuati, interesseranno anche la Valpadana e la fascia Prealpina, mentre lasceranno gradualmente le Isole, ove subentreranno anche schiarite ampie. Qualche fiocco infine sulle confinali oltre i 1200-1300m.

Martedì la depressione si allontanerà verso la Grecia favorendo un temporaneo miglioramento del tempo al Nord, salvo piovaschi diurni tra Dolimiti e Cadore, e gradualmente sulle Regioni centrali, mentre al Sud e sulle Isole maggiori la perturbazione facente capo alla depressione, scivolerà lentamente verso sudest, rinnovando ancora tempo instabile. Nel contempo si intensificherà un flusso di correnti occidentali, che determinerà sul finir del giorno un nuovo aumento della nubi al Nord con primi fenomeni su VDA, Alto Piemonte, NO Lombardia e Friuli.










Mercoledì la nostra Penisola sarà interessata da un teso flusso occidentale che determinerà un ulteriore aumento delle nubi al Nord e sui settori tirrenici con possibilità di precipitazioni sparse in particolar modo al Nordovest, sui rilievi Trentini, a ridosso della dorsale appenninica e sulle Tirreniche meridionali. Attese ancora nevicate sin verso i 1000-1500m sulle Alpi. Peggiora entro sera anche sul medio Adritico; meglio invece su Ioniche e basso Adriatico.









Giovedì ancora variabilità sul comparto occidentale dell'Italia con piogge e rovesci su Tirreniche, Sardegna e Liguria; piogge più deboli ed intermittenti, invece, su medio Adritico, Valpadana centro occidentale e Sardegna. Fiocchi oltre i 1100-1500m sulle Alpi. Variabilità perlopiù asciutta sul resto del Paese.









Per venerdì, stando alle previsioni odierne le condizioni climatiche non muteranno, tempo a tratti perturbato, su Tirreniche e Nordest con piogge e rovesci in locale sconfinamento su Marche, Nordovest, alta Sicilia ed ovest Sardegna. Ancora neve sulle Alpi oltre i 1100-1300m ma in rialzo; pù asciutto e maggiori schiarite sul resto della Penisola. Tendenza tuttavia a schiarite entro fine giornata anche su Nordovest, alta Toscana, Adriatiche, Ioniche e buona parte della Sicilia.









Per ritrovare un po' di bel tempo, secondo le ultime emissioni modellistiche dovremmo aspettare il 20-21 Aprile. La probabile rimonata da ovest di un promontorio anticiclonico potrebbe così garantirci un 25 Aprile soleggiato e stabile, in particolar modo al Centro Sud.




















(redazione / fonte 3B Meteo)