Nubifragi in Sardegna,
chiesto stato di calamità

Il provvedimento è stato adottato dalla Provincia di Olbia Tempio nei territori dei comuni di Olbia, Aglientu, Santa Teresa Gallura, Tempio Pausania, Calangianus, Palau ed Arzachena a causa dei nubifragi verificatisi il 3 ed il 4 settembre

"Danni gravi alle infrastrutture dei Comuni interessati che devono essere affrontati con interventi urgenti e necessari". E' il motivo per cui la Provincia di Olbia Tempio, attraverso l'Assessore all'Ambiente Pietro Carzedda, ha chiesto lo stato di calamità per i Comuni di Olbia, Aglientu, Santa Teresa Gallura, Tempio Pausania, Calangianus, Palau ed Arzachena a causa dei nubifragi verificatisi il 3 ed il 4 settembre.

L'accertamento e la quantificazione dei danni è ancora in corso da parte degli Uffici Tecnici della Provincia ma è già emerso come sia necessario ed urgente provvedere agli interventi di messa in sicurezza delle infrastrutture e alla ricostruzione ed al ripristino della viabilità nelle aree interessate dagli eventi straordinari.



Red - ev