Fonte sito Ingv

Nuova fessura in vulcano islandese: evacuati centinaia di escursionisti

Le colate laviche del Fagradalsfjall nel sud-ovest dell'Islanda aveva attratto migliaia di visitatori, fino a quando non si è aperta una nuova bocca del vulcano

L'Islanda è sotto i riflettori dei media da due settimane. Il vulcano Fagradalsfjall da tempo dormiente sulla penisola di Reykjanes, nel sud-ovest dell'Islanda, si è risvegliato il 20 marzo scorso dopo che decine di migliaia di terremoti erano stati registrati nella zona nelle tre settimane precedenti. Si è trattato della prima eruzione vulcanica della zona in quasi 800 anni, cosa che ha attratto numerosi escursionisti, favoriti dal fatto che il vulcano si trova a 32 chilometri dalla capitale Reykjavík. Circa 30 mila persone hanno visitato la zona dall'inizio dell'eruzione, secondo l'Ente del turismo islandese. Nonostante il Paese sia in isolamento parziale per combattere la diffusione del coronavirus. Il sito vulcanico è diventato famoso sui social network tanto che su Twitter è possibile assistere addirittura ad una partita di pallavolo giocata a due passi dalla colata lavica.

Ma le cose sono cambiate quando lunedì 5 aprile si è aperta una nuova bocca del vulcano Fagradalsfjall. La nuova fessura, individuata da un elicottero, è lunga circa 500 metri di lunghezza, a circa un chilometro dal luogo dell'eruzione nella valle di Geldingadalur. Il Dipartimento islandese per la gestione delle emergenze ha annunciato infatti un'immediata evacuazione della zona sebbene non ci fosse un imminente pericolo a causa della distanza del sito dai sentieri escursionistici più battuti. L'ufficio meteorologico islandese ha dichiarato che la nuova attività vulcanica non dovrebbe influenzare il traffico al vicino aeroporto di Keflavik.

Red/cb

(Fonte: Rainews, Ingv)