Oggi Giornata Mondiale del Primo Soccorso.
CRI: ''Per la patente corsi obbligatori di primo soccorso''

Si celebra oggi, supportata da tante iniziative nelle piazze delle città italiane, la Giornata Mondiale del Primo Soccorso. La Croce Rossa Italiana chiede che venga resa obbligatoria, per la patente, la formazione al primo soccorso. Intanto è allo studio una specifica applicazione informativa

Oggi, 14 settembre,  si celebra la Giornata Mondiale del Primo Soccorso che  quest'anno in particolare sarà dedicata al tema "Primo soccorso e sicurezza stradale".
Tantissime le iniziative di sensibilizzazione e informazione  che le diverse amministrazioni comunali del nostro Paese hanno organizzato per oggi.
La situazione sulle strade è purtroppo pesantissima: secondo il dato diffuso dalla Croce Rossa Italiana "ogni 30 secondi c'è un incidente e più del 50 per cento delle morti si verificano neiprimi minuti dopo l'accaduto".
"Eppure - spiega la CRI - gran parte di questi decessi possono essere prevenuti. I corsi di formazione al primo soccorso educano i cittadini a prevenire gli infortuni insegnandogli inoltre a rispondere in maniera tempestiva alle maggiori o minori emergenze".
La Giornata Mondiale del Primo Soccorso rappresenta quindi  per il Movimento di Croce Rossa un'importante occasione per sollecitare una legge che renda obbligatoria la formazione al primo soccorso per tutti coloro che devono prendere la patente di guida.

"La Croce Rossa Italiana sostiene l'appello lanciato dal Movimento Internazionale per l'introduzione dei corsi di primo soccorso durante la scuola guida - ha dichiarato Francesco Rocca, Presidente Nazionale della CRI  - Qualche semplice manovra nei minuti immediatamente successivi all' incidente può fare la differenza tra la vita e la morte di una persona. Ora spetta al legislatore rendere operativa questa nostra proposta che può potenzialmente salvare migliaia di vite umane sulle nostre strade",

Poi Rocca ricorda quanto accaduto pochi giorni fa sulla A4 nei pressi di Bergamo, quando un gruppo di volontari della Croce Rossa Italiana di Lomazzo (CO) si è imbattuto per caso in un grave incidente stradale con una bambina in arresto cardiaco. Nonostante il team CRI avesse a  disposizione solo le attrezzature di primo soccorso che ogni veicolo della Croce Rossa ha a bordo e pertanto fossero privi di apparecchiature specifiche, i volontari di Lomazzo si sono impegnati in una manovra di rianimazione e, qualche minuto dopo, il cuore della bimba ha ripreso a battere. Questo è uno dei tanti casi in cui il primo soccorso si è dimostrato uno strumento fondamentale per fornire un'azione efficace e veloce che aiuti a ridurre le lesioni gravi e ad aumentare le possibilità di sopravvivenza.

"Oggi - si legge in una nota CRI - eseguire manovre di primo soccorso è facile come aprire un'applicazione sul cellulare. Diverse Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa hanno sviluppato strumenti di e-learning e applicazioni mobili che possono dare ad ogni persona l'accesso immediato alle informazioni per gestire le più comuni emergenze di primo soccorso. Il Global Disaster Preparedness Center sta collaborando con la Croce Rossa britannica, la Croce Rossa Americana, con il "Global First Aid Reference Centre" e con altri partner per creare una piattaforma per un set universale di applicazioni per la preparazione al primo soccorso che saranno disponibili per l'adattamento, la traduzione e la distribuzione a tutte le Società Nazionali.


red/pc

(fonte: CRI)