Fonte Sito Iss

Oggi è la giornata mondiale per l'igiene delle mani

Un gesto che dura poco ma può salvare la vita. Un atto che in tempi di coronavirus abbiamo imparato a ripetere più volte per evitare il contagio

“Pochi secondi possono salvare una vita: pulisci le tue mani”. È questo lo slogan della giornata mondiale dedicata importanza dell’igiene delle mani per la prevenzione delle infezioni. Un gesto che in tempo di pandemia ci ha accompagnato e salvato dal possibile contagio. Un atto semplice che dura pochi secondi per difendersi dalle malattie in generale.

Operatori sanitari
Nell'edizione del 2021 che cade oggi, 5 maggio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità si rivolge agli operatori sanitari e alle strutture in cui lavorano affinché possano praticare un’igiene delle mani efficace al letto del paziente o dove vengono erogate le cure. In particolare, l’igiene delle mani dovrebbe essere effettuata al momento giusto: prima del contatto con il paziente, prima di eseguire una manovra asettica, dopo l’esposizione a un liquido biologico, dopo il contatto con gli oggetti o l’ambiente che sta attorno al paziente, nel modo più efficace, e al letto del paziente o laddove viene erogata la cura.

Le infografiche Iss
Per approfondire quando e come lavare le mani scarica le infografiche realizzate dall’Istituto Superiore di Sanità in occasione della Giornata 2020: “Quando si devono lavare le mani” e “Come si lavano le mani”.
La Giornata prevede il coinvolgimento di diverse categorie professionali e della popolazione generale, affinché tutti possano sentirsi parte attiva nel processo.

Coronavirus
L’igiene delle mani è una delle azioni più efficaci per ridurre la diffusione degli agenti patogeni e prevenire le infezioni, compreso il coronavirus. In particolare, è possibile ridurre il rischio di infezione, proteggendo sé stessi e gli altri, seguendo alcuni accorgimenti che comprendono il lavare o igienizzare spesso le mani, soprattutto: dopo aver tossito/starnutito; dopo aver assistito un malato; prima durante e dopo la preparazione di cibo; prima di mangiare; dopo essere andati in bagno; dopo aver toccato animali o le loro deiezioni o, più in generale, quando le mani sono sporche in qualunque modo, o prima di frequentare i luoghi pubblici (come ad esempio all’ingresso dei negozi) se si sono toccati oggetti o superfici esposti al contatto di molte persone (come ad esempio la merce esposta o l’interno dei mezzi pubblici).

red/cb

(Fonte: Iss)