fonte foto: INGV

Palermo: INGV presenta i risultati del Sistema Intelligente per la gestione dei rifiuti

Si chiama "SIGLOD" il Sistema Intelligente per la Gestione e LOcalizzazione delle Discariche di rifiuti solidi urbani, che permette una rapida individuazione delle aree da destinare a nuove discariche, delle discariche abusive e delle aree con contaminazione radioattiva: testato in Sicilia, i risultati verranno presentati venerdì 27 maggio a Palermo


Venerdì 27 maggio alle 10.00, presso la sede di Palermo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), in Via Ugo La Malfa 153, saranno presentati i risultati e le applicazioni di SIGLOD - Sistema Intelligente per la gestione e localizzazione delle discariche di rifiuti solidi urbani in Sicilia, dove il sistema è stato testato nel corso dell'ultimo anno.

"L'emergenza rifiuti in Sicilia - scrive INGV - è uno scenario quanto mai attuale e la richiesta di ulteriore proroga dell'emergenza, recentemente avanzata dalla Regione Siciliana al Governo nazionale, conferma la criticità della situazione. Si tratta di uno strumento di supporto decisionale a disposizione della Regione Sicilia e degli enti locali interessati, per la corretta localizzazione e gestione delle nuove discariche e per la bonifica di quelle in essere, garantendo così adeguati livelli di qualità nell'offerta di servizi di gestione del territorio. Parte dalla consapevolezza che molti reflui restano attivi per oltre 30 anni e producono biogas e liquami (percolato) con possibili effetti contaminanti nelle falde acquifere, attraverso i naturali processi di decomposizione".

"Come confermato dall'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) -prosegue l'INGV -, è ben noto l'effetto sulla salute delle popolazioni a causa di una cattiva gestione dei rifiuti. L'esposizione al rischio nel territorio circostante alla discarica può essere determinata dall'inalazione di emissioni gassose nocive, dal consumo alimentare di acqua contaminata dal percolato, oltre che dal consumo di prodotti agricoli ed agro-zootecnici provenienti da terreni inquinati.

Due le direttrici di sperimentazione di SIGLOD:
- caratterizzazione del territorio con tecniche, metodologie scientifiche e strumentazioni d'avanguardia,
- erogazione dei servizi all'utente finale attraverso un Multi Criterial Expert Spatial Decision Support System (MC-ESDSS).


Le tecnologie innovative introdotte da SIGLOD integrano dati acquisiti da reti di monitoraggio al suolo e da piattaforma aerea, simulando scenari di gestione delle nuove discariche o di bonifica di quelle esistenti. In definitiva, uno Smart Waste Environment System".

Cofinanziato dall'Unione Europea, il progetto SIGLOD, vede tra i partner, oltre all'INGV in qualità di soggetto capofila, l'Università degli Studi di Palermo, SMART Elicotteri e il Consorzio per la ricerca e le applicazioni di tecnologie innovative (CRATI): venerdì a Palermo verrà mostrata una presentazione ad hoc per i soggetti istituzionali interessati. Alla presentazione di venerdì  sono stati invitati il Ministro dell'Istruzione,  Stefania Giannini, il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, gli Assessori regionali direttamente interessati, il Presidente dell'ANCI-Sicilia, Leoluca Orlando, il Presidente di Confindustria Sicilia Alessandro Albanese e numerose autorità regionali, oltre alle rappresentanze delle maggiori associazioni ambientaliste.
Intenzione  degli sviluppatori di Siglod è quella di  esportare il sistema alle altre Regioni e Pubbliche Amministrazioni Locali interessate, anche a valere sugli imminenti Piani Operativi Regionali finanziati con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR). SIGLOD è il risultato della sperimentazione operata nell'ambito di un PON (piano operativo nazionale) Smart Cities.
Ulteriori informazioni su SIGLOD sono disponibili su sito:  www.siglod.org 
e sulla pagina facebook https://www.facebook.com/SistemaSiglod/?fref=ts

Questo il programma dell'incontro:



Per scaricare i programma: http://comunicazione.ingv.it/images/icagenda/files/conferenza_stampa_siglod.pdf


red/pc
(fonte: INGV)