Perche' sostengo il Giornale della Protezione Civile

Paolo Belardinelli, primo lettore ad aderire alla campagna di sostegno del Giornale della Protezione Civile.it, ci spiega perchè ha deciso di supportarci

Alle 14.33 del 31 dicembre 2013 in redazione è arrivata una email: "Paolo Belardinelli ha aderito alla campagna di sostegno de il Giornale della Protezione Civile.it". Paolo è stato il primo sostenitore, tra i tanti, del giornale.
Lo abbiamo chiamato per ringraziarlo e farci raccontare cosa lo abbia spinto a sostenerci.

Paolo, Lei è il nostro primo sostenitore, ci segue da molto tempo?
"Sì vi seguo da diverso tempo. Precisamente non mi ricordo, ma da parecchio".

Cosa le piace del nostro giornale?

"La possibilità di avere informazioni quasi in tempo reale sugli eventi e sulle attività che vengono effettivamente svolte dai volontari in ambito di protezione civile, cosa alquanto rara nel nostro settore. Poi c'è la rassegna stampa, una delle cose fondamentali, che ci arriva tutti i giorni suddivisa per aree geografiche e che permette di avere informazioni accurate da tutta Italia sulle attività e gli interventi nel nostro ambito".

Lei è un volontario? Se sì per quale associazione opera?

"Sì, io faccio anche il volontario, ma ormai la mia è diventata una professione: sono il coordinatore regionale dell'area Protezione Civile della Confservizi Marche. Si tratta di una confederazione che raggruppa aziende pubbliche che erogano servizi come trasporti, gas, acqua e rifiuti. La confederazione interviene, tramite le proprie associate, per gestire e fornire servizi, mezzi e personale utili nella gestione delle emergenze di protezione civile".

Perchè ha deciso di sostenerci?

"Il vostro giornale è uno strumento utile per chi opera in protezione civile perchè, in questo mondo, ciò che vale è la condivisione delle esperienze, delle cose, delle attività. La condivisione e il confronto sono un importante motivo di crescita per ognuno di noi, specie lavorando nella protezione civile".

Ringraziamo tutti i lettori che hanno già risposto alla campagna. Sostienici anche tu!


Redazione