Pericolo valanghe marcato in
Trentino,minore in Piemonte

Il pericolo valanghe sussiste ancora al Nord Italia: attenzione in Trentino Alto Adige, in Piemonte e anche sulla Alpi Cozie, Liguri e Marittime.

Il servizio Meteomont del Corpo Forestale avverte che sussiste il marcato pericolo di valanghe nella zona di confine del Trentino-Alto Adige, mentre invece scende a moderato in Piemonte e sul resto dell'arco alpino.

In Trentino-Alto Adige, per la precisione sui versanti settentrionali delle Alpi Breonie e Aurine-Pusteresi e nella zona Venoste-Passirie, il pericolo valanghe è piuttosto consistente, in quanto il forte vento dei giorni scorsi ha caratterizzato una distribuzione irregolare del manto nevoso su tutto il territorio, e quindi la neve caduta recentemente si è poco consolidata sui pendii oltre i 2.000 metri, ossia rimane leggera e di conseguenza di facile distaccamento.

In Piemonte invece il pericolo valanghe è diminuito in conseguenza alle temperature minime stazionarie che favoriscono un assestamento del manto nevoso.

La tendenza del pericolo è stazionaria sia sulle Alpi Cozie che su quelle Liguri e Marittime.

Si raccomanda a quanti hanno in previsione attività a quote superiori ai 2.000 metri nelle suddette zone, di porre la massima attenzione e prudenza.


Redazione