Fonte Twitter Vigili del Fuoco

Piena Natisone (UD), ritrovati i corpi delle due ragazze

Proseguono proprio in queste ore le operazioni di ricerca del terzo ragazzo, Cristian, 25 anni, anche lui trascinato dalla corrente del fiume in località Premariacco, in provincia di Udine lo scorso 31 maggio

Sono stati ritrovati ieri, domenica 2 giugno, dopo tre giorni di ricerche, i corpi delle due giovani disperse dal pomeriggio di venerdì 31 maggio, nel fiume Natisone, in località Premariacco, in provincia di Udine. . Negli occhi di tutti restano le immagini dei tre giovani che si sono abbracciati prima di essere spazzati via dalla corrente dell'acqua. Intanto oggi, lunedì 3 giugno, continuano le ricerche del terzo ragazzo del gruppo, Cristian, anche se nelle ultime ore si è registrato un peggioramento delle condizioni meteorologiche che ha reso le acque del fiume più torbide rispetto a ieri. Da alcune ore i vigili del fuoco, sul sono di nuovo sul posto anche con una squadra di sommozzatori, aiutati da un team di volontari della Protezione civile e altri soccorritori. "i Vigili del Fuoco hanno ricevuto dalla Protezione Civile il modello di crescita del Natisone, che nel peggiore scenario è dato in crescita di 50 cm nel pomeriggio, quando sono attesi temporali" questo l'aggiornamento che arriva dal Tg Rai FVG



Il ritrovamento
Proprio l'abbassamento del livello del Natisone, ieri, ha facilitato il ritrovamento delle due ragazze, Patrizia e Bianca, rispettivamente di 20 e 23 anni. La prima vittima è stata trovata 700 metri a valle del ponte Romano, sotto il quale scorre il torrente, attorno alle 12 di ieri, domenica 2 giugno. Pochi minuti dopo è stato recuperato anche il corpo dell'altra giovane a circa un chilometro di distanza. La corrente l'aveva spinta in una zona con anfratti e vegetazione sulle sponde, fino a poche ore prima coperta dal fango trascinato a valle dalla piena di colore marrone. L'hanno avvistata i volontari della Protezione civile Fvg, per la precisione una squadra della protezione civile di Talmassons . Il recupero è stato effettuato con un elicottero tramite l'uso del verricello dato che l'area era ancora pericolosa per effettuare un intervento in sicurezza al personale di terra. 

 


red/cb
(Fonte: Vigili del Fuoco, Ansa, Rai News Fvg)