fonte foto: Consorzio Lamma

Pisa, 24/04: convegno sulla difesa della costa in Toscana

L'iniziativa si svolgerà nella mattina di martedì 24 aprile alla Tenuta di San Rossore

"Difesa, monitoraggio e gestione della costa in Regione Toscana e linee guida sul ripascimento" è il titolo dell'iniziativa che si svolgerà nella mattina di martedì 24 aprile alla Tenuta di San Rossore, a Pisa.

Organizzato dall'assessorato all'ambiente della Regione Toscana insieme alla Commissione istituzionale ripresa economica - sociale Toscana costiera e in collaborazione con il Consorzio L.a.M.M.A., il workshop vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni, del presidente della Commissione istituzionale ripresa economica sociale Toscana Costiera, Antonio Mazzeo, di Giovanni Maffei Cardellini, presidente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli, e di Bernardo Gozzini, amministratore unico del Consorzio La.M.M.A.

Inizio dei lavori alle ore 9.30. Nella prima parte della mattinata si farà il punto sulle attività in corso in Toscana relativamente al tema della tutela e della gestione integrata della fascia costiera, ecosistema fragile e soggetto a una rapida evoluzione sia rispetto alle attività e alle pressioni antropiche sia ai processi meteo-climatici.
 
Nel contesto delle attività di osservazione, monitoraggio e previsione svolte dal LaMMA a supporto dello sviluppo della fascia costiera in Toscana, saranno presentati i risultati del monitoraggio della linea di riva a scala regionale.

Durante l'evento saranno illustrati i risultati dell’indagine “Quanto conta la spiaggia?” realizzata nel 2016 su un campione di 150 gestori tra stabilimenti balneari, ristoranti ed altri esercizi commerciali con l'obiettivo di verificare il livello di conoscenza e la loro percezione del fenomeno dell'erosione costiera.

La seconda parte della giornata è invece focalizzata sulle Linee guida per le modalità di rilascio delle autorizzazioni di cui all'art. 17 della l.r. n. 80/2015, ovvero relativamente alla realizzazione degli interventi, sia pubblici che privati, di recupero e riequilibrio della fascia costiera. Le linee guida individuano le tipologie di interventi che possono essere fatti sulla fascia costiera e sono soggetti ad autorizzazione, dagli interventi di ripascimento con sedimenti marini, alle operazioni di ripristino degli arenili, all'alterazione dei fondali marini derivante dall'attività di posa in mare di cavi e condotte.

red/mn

(fonte: Regione Toscana, Consorzio LAMMA)