Positano, onda travolge madre e figlio

La donna è morta nel tentativo di salvare il figlio dodicenne.

Ennesima tragedia a Positano, Costiera Amalfitana, dove una donna americana di 49 anni, Ann Sharrie Duncan, è morta nella notte tra il 15 e il 16 maggio dopo essere stata travolta da un'onda mentre si trovava su una banchina insieme al figlio di 12 anni. L'onda li ha trascinati in acqua, e lei è riuscita a mettere in salvo il figlio prima di annegare: il ragazzo è stato ricoverato ma è fuori pericolo.

Tempestivi i soccorsi delle persone presenti in quel momento sulla spiaggia, che però, a causa della forte corrente, non sono riusciti a salvare la donna. Sul posto sono poi arrivati il 188 e i Carabinieri della Stazione di Positano, che ora indagano sull'accaduto. Ci si chiede come mai il pericolo non fosse segnalato dalla Capitaneria di Porto tramite la bandiera rossa, che invece viene prontamente esposta nel periodo estivo. Non è la prima volta infatti che si verifica una tragedia di questo tipo: nel gennaio 2009 è morta una donna di 37 anni in circostanze simili.

Intanto il Sindaco di Positano, Michele de Lucia, ha avviato, con delibera di giunta n. 101 del 17/05/2010, le procedure per il conferimento di una medaglia al Valor Civile in favore dei quattro eroici ragazzi che nella notte tra sabato e domenica non hanno esitato a tuffarsi nel mare in tempesta per salvare madre e figlio, rischiando la propria vita.

La dinamica dell'incidente è documentata da un video girato col cellulare da un turista e poi diffuso dalla redazione di Positano News.





(red - eb)