fonte foto: Protezione Civile del Veneto

Protezione civile: allerta valanghe in Veneto

Dopo la neve caduta all'inizio della settimana, mercoledì la Protezione Civile veneta ha emesso un avviso di criticità valanghe (pericolo "marcato": grado 3)

Vista la neve caduta all'inizio della settimana (in quota sono caduti circa 24/40 cm di neve fresca, con punte massime di 50/70 cm in Alpago) la Protezione Civile del Veneto, in base al bollettino Arpav, ha emesso mercoledì pomeriggio un'allerta valanghe. Nel comunicato di criticità, viene sottolineato che il pericolo valanghe è in generale "marcato" (grado 3) "per possibili distacchi spontanei di neve recente lungo i canaloni e i versanti abituali". Limitatamente all'Alpago, dove la caduta di neve è stata più consistente, "il pericolo di valanghe è "forte" (grado 4)". La previsione, sempre secondo il comunicato di mercoledì 17, e non ancora ritirato, è di "probabili distacchi spontanei di valanghe di neve fresca. Nei settori prealpini caratterizzati dai maggior cumuli di neve fresca, valanghe medio-grandi potranno verificarsi anche a quote relativamente medio-basse. Nelle situazioni più esposte, non si esclude che singoli distacchi spontanei possano interessare le vie di comunicazione in quota o aree sciistiche attrezzate. Pertanto, il livello di criticità sarà arancio in MONT 2A e giallo altrove".
A seguito dello stato di criticità, la Protezione Civile del Veneto richiama l'attenzione degli Enti preposti per ogni opportuna azione di vigilanza e prevenzione e raccomanda inoltre a tutti gli Organi Comunali competenti in materia di Protezione Civile, l'acquisizione e la valutazione dei bollettini Dolomiti Meteo e Dolomiti Neve e Valanghe, il monitoraggio dell'attività valanghiva e, in caso di precipitazioni, il controllo del cumulo di neve fresca. Richiama anche la responsabilità dei gestori degli impianti di risalita all'applicazione dei vigenti piani operativi di emergenza, dove previsti. Particolare attenzione, nello specifico, deve essere prestata nella raccolta dei dati nivometeorologici. E' attivo il servizio di reperibilità al Numero Verde 800 990 009, per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.
Tutte informazioni preziose soprattutto per chi intenda, nel fine settimana, andare in montagna.

red/lg

fonte: Protezione Civile del Veneto