Protezione civile: comunicato stampa per ribadire alcune circostanze relative all'appartamento di via Giulia

Bertolaso non ha mai conosciuto nè Zampolini nè Curi

La Protezione Civile, tramite un comunicato stampa, ha voluto rettificare alcune dichiarazioni di Angelo Zampolini, riportate dalla stampa, in merito all'appartamento di Via Giulia a Roma. Tali dichiarazione si inseriscono nell'inchiesta della Procura di Perugia sui grandi eventi, all'interno della quale è emersa anche la vicenda dell'appartamento sito in via Giulia a Roma, di cui Guido Bertolaso ha avuto la disponibilità nel 2003. Bertolaso era stato interrogato in merito già nel Giugno scorso: aveva già dichiarato ai magistrati, Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi, di aver pagato le bollette ma non l'affitto dell'appartamento, nel quale ha abitato per un breve periodo nel 2003, svelando inoltre il nome dell'"amico personale" che gli avrebbe offerto la "disponibilità dell'appartamento":  il professore Francesco Silvano, collaboratore della congregazione di Propaganda Fide, che offrì a Bertolaso la disponibilità dell'appartamento in via Giulia dal momento che l'attività del Capo della Protezione Civile, a causa degli orari imposti dall'attività istituzionale, si dimostrò incompatibile con il regime di vita degli studenti del Collegio Universitario di Propaganda Fide presso cui Bertolaso ha soggiornato per un periodo. nel comunicato si sottolinea nuovamente che l'appartamento in questione è stato occupato da Bertolaso nel corso del 2003, "e non nel 2005/2006 come risulterebbe affermato da Zampolini"; inoltre: "sia il Cardinale Crescenzio Sepe, che il Prof. Francesco Silvano (stando a quanto riportato da notizie di stampa) hanno confermato ciò che il Dott. Bertolaso ha sempre sostenuto, anche davanti ai magistrati, e cioè che l'appartamento di Via Giulia gli è stato reso disponibile dallo stesso Prof. Silvano, dopo che erano emerse difficoltà nella permanenza del Dott. Bertolaso presso un Collegio cattolico dove era temporaneamente alloggiato. Incompatibilità causate dagli orari imposti dall'impegno istituzionale del Capo del Dipartimento della Protezione Civile con l'attività didattica religiosa dell'istituto".

Nel comunicato si legge ancora che Guido Bertolaso, come già ribadito, non ha mai conosciuto né il signor Zampolini, né tantomeno il signor Curi., e si conclude così: "E' bene anche ricordare che per articoli diffamatori pubblicati su quotidiani e settimanali, il Dott. Bertolaso ha già dato mandato ai suoi legali di fiducia di avviare decine di iniziative giudiziarie nei confronti di altrettanti giornalisti, a tutela della propria reputazione. Nello stesso modo si procederà nei confronti di quanti fanno affermazioni non corrispondenti alla verità dei fatti, nel momento in cui si potrà entrare in possesso ufficialmente di documenti necessari".


(red.)