(fonte immagine: Toscana Notizie)

Protezione civile e incendi boschivi: la Regione Toscana forma i giornalisti

Due importanti seminari, organizzati dalla Regione Toscana in collaborazione con ' Associazione Stampa Toscana, dedicati ai giornalisti sui temi della protezione civile e degli incendi boschivi

Si è tenuto ieri mattina a Firenze, presso l'Auditorium regionale di Santa Apollonia, il seminario "Incendi boschivi: prevenzione, informazione e responsabilità civile" organizzato dalla Regione e dall'Associazione Stampa Toscana. Il corso, dedicato principalmente alla formazione dei giornalisti, è stato introdotto e coordinato dal presidente dell'Associazione Stampa Toscana Sandro Bennucci e ha visto la partecipazione tra i relatori di Gianluca Calvani e Giacomo Pacini del Settore Forestazione - Antincendi boschivi della Regione Toscana e di Cristiano Lucchi, giornalista di Toscana Notizie, l'Agenzia di informazione della Giunta regionale. Prima di iniziare il seminario sono state ricordate due persone protagoniste del moderno approccio alla lotta contro gli incendi boschivi: Giampiero Maracchi, meteorologo e fondatore del Lamma, scomparso due giorni fa, e Vasco Lazzerini, il primo pilota di elicottero del servizio regionale, perito il 4 dicembre 1983 durante un'operazione nei pressi del Lago di Vagli per difendere i boschi e le case della Garfagnana.

La Toscana, con una superficie boscata pari a circa 1.150.000 ettari, è una tra le regioni più boscose d'Italia. Un patrimonio naturale che impone di garantire un'efficiente organizzazione del sistema toscano di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi.
I funzionari che
per la Regione Toscana si occupano  degli incendi boschivi hanno illustrato come è organizzata e coordinata sul territorio l'attività di contrasto agli incendi, svolta ininterrottamente grazie all'impegno delle strutture regionali e locali, del Volontariato, del Corpo Forestale dello Stato e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Focus sono stati dedicati alle squadre di intervento, alla formazione e all'aggiornamento del personale, alle analisi meteo, alle statistiche, ai piani di prevenzione, alle cause di innesco e alle sanzioni, alle fonti giornalistiche e alla comunicazione delle emergenze.

Nella seconda parte Cristiano Lucchi ha affrontato la comunicazione interna tra giornalisti in caso di emergenze con il canale whatsapp che Toscana Notizie ha aperto per garantire un'informazione continua e condivisa. Grazie al flusso di notizie che scorre nel canale social ciascun giornalista può attingere o integrare, nei tempi più rapidi, gli aggiornamenti che inevitabilmente si susseguono, in circostanze di criticità come quelle rappresentate dagli incendi boschivi o come quella che ad esempio si è verificata durante l'alluvione di Livorno del 9 e 10 settembre scorsi.

Il seminario è terminato con un confronto con i giornalisti in platea che, grazie a domande e interventi, hanno animato l'ultima parte della mattinata, un confronto proficuo per utili chiarimenti e arricchimenti su una materia che tornerà prepotentemente d'attualità nei prossimi mesi estivi.

Lo scorso 8 marzo si era tenuto il primo corso Regione Toscana - Ast dedicato alle emergenze "La Protezione Civile regionale: informazione e responsabilità civile". Anche per questo primo seminario la partecipazione ha fatto il pieno: è stata illustrata la nuova organizzazione della Protezione civile nazionale e del Sistema regionale dopo il decreto legislativo 1 del 2018 che ha riformato la materia, con un focus sulle strutture operative della Toscana, con il Centro Situazioni, il Centro Operativo e quello Funzionale, poi le strutture decisionali con le Unità di valutazione dello scenario e l'Unità di Crisi. Infine si sono affrontati i temi dell'attività di previsione con gli avvisi di criticità, il sistema dello stato di allerta e la comunicazione interna.

red/pc
(fonte: Regione Toscana/Toscana notizie)