'Puliamo il Mondo'
700 mila volontari all'opera

I volontari hanno ripulito dai rifiuti abbandonati 4.500 aree in un totale di 1.700 Comuni. L'iniziativa è stata dedicata ad Angelo Vassallo

L'iniziativa di Legambiente 'Puliamo il Mondo', giunta alla sua diciottesima edizione, è stata accolta con entusiasmo dai volontari: nel fine settimana si sono infatti mobilitate 700 mila persone in 1.700 Comuni italiani, che insieme hanno ripulito 4.500 aree - tra strade, parchi e sponde dei fiumi - dai rifiuti abbandonati di ogni tipo, come ad esempio batterie, elettrodomestici, mobili e soprattutto plastica. "Anche quest'anno si è ripetuto il miracolo di Puliamo il Mondo" - ha dichiarato il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. Sono moltissimi i cittadini di tutto il Paese che si sono uniti per "ripulire gli spazi pubblici dai rifiuti abbandonati e combattere il degrado e la sporcizia che, purtroppo, ancora colpisce molte città italiane".

Questa grande iniziativa di volontariato ambientale è stata dedicata ad Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica assassinato il 5 settembre, "come omaggio al suo impegno per la tutela dell'ambiente, alla sua attenta gestione del territorio e alla sua battaglia per il rispetto della legalità".

"Le pulizie fatte dai volontari in questi tre giorni" - ha aggiunto Cogliati Dezza - "sono qualcosa di molto concreto, ma con Puliamo il Mondo vogliamo anche dare un segnale forte sulla questione rifiuti, una delle maggiori emergenze ambientali in tutto il Pianeta con cui deve fare seriamente i conti anche l'Italia, dove l'emergenza in troppi territori è ancora all'ordine del giorno": soltanto a Roma sono state raccolte 50 tonnellate di rifiuti.

Redazione