Relitto Concordia: decide il Governo

Lo ha stabilito la Conferenza dei Servizi convocata oggi in sede decisoria: sarà il governo a decidere sul progetto presentato da Costa Crociere per il trasferimento e lo smantellamento del relitto della Concordia

Sarà il Consiglio dei Ministri a dover decidere in merito al progetto presentato da Costa Crociere per il trasferimento della Concordia da Isola del Giglio nel porto di Genova individuato dal consorzio di imprese Saipem-San Giorgio del Porto per il successivo smaltimento.
Lo rende noto la Struttura commissariale per l'emergenza Concordia al temine della Conferenza dei Servizi convocata oggi in sede decisoria, , dal Commissario delegato del Governo per la gestione dell’emergenza Concordia, Franco Gabrielli al fine di rilasciare i necessari pareri, visti, concessioni e nulla-osta previsti a normativa vigente per il progetto presentato dalla società armatrice nelle precedenti riunioni istruttorie.
"Non si è giunti all’unanimità - si legge nel comunicato - poiché ai pareri favorevoli, espressi con prescrizioni, di tutte le amministrazioni centrali (ministeri dell'Interno, dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Salute e dei Beni e delle Attività Culturali, Ispra, Istituto Superiore di Sanità, Agenzia delle Dogane) e di quelle liguri (Regione, Provincia e Comune di Genova, Arpal, Autorità Portuale di Genova, Azienda Sanitaria di Genova), del Comune di Isola del Giglio, di Arpa Toscana e dell’Azienda sanitaria di Grosseto si sono affiancate le dichiarazioni di contrarietà da parte della Regione Toscana e della Provincia di Grosseto.


red/pc

(fonte: Struttura commissariale emergenza Concordia)