Riforma Prociv, le Misericordie toscane incontrano la politica: "Facciamo sentire la voce del volontariato"

Un incontro a Pistoia con le onorevoli Bini e Mariani in vista del riordino della protezione civile: "Vogliamo far arrivare a chi dovrà scrivere le nuove regole la voce vera del volontariato che opera sul campo" spiega Federico Bonechi, responsabile della protezione civile delle Misericordie toscane che hanno organizzato l'evento

Organizzato dall’Ufficio emergenze della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana, avrà luogo a Pistoia sabato prossimo, 29 aprile, un incontro con le on. Caterina Bini e Raffaella Mariani sul tema della protezione civile in vista del riordino del settore da parte del governo. All’incontro è previsto anche il saluto dell’assessore all'ambiente e difesa del suolo della Regione Toscana Federica Fratoni.
Lo scorso 16 marzo è stata approvata (con entrata in vigore il 4 aprile) la Legge delega per il riordino delle attività di protezione civile, in base alla quale il Governo ha nove mesi di tempo per adottare "uno o più decreti legislativi di ricognizione, riordino, coordinamento, modifica e integrazione delle disposizioni legislative vigenti che disciplinano il Servizio nazionale della protezione civile e le relative funzioni".
 
"E’ un passaggio importante – spiega il responsabile della protezione civile delle Misericordie toscane, Federico Bonechi – in vista del quale le Misericordie vogliono avere un ruolo propositivo. Questo incontro punta a far arrivare a chi dovrà scrivere le nuove regole la voce vera del volontariato di protezione civile, perché possa fare tesoro dell’esperienza preziosa di chi opera sul campo ed evitare errori o incomprensioni". 
All’incontro, che si terrà a partire
dalle ore 10, nella saletta del Collegio provinciale geometri, in via del Can Bianco 13,  parteciperanno, oltre a Bonechi e ai rappresentanti dell’Area Emergenze della Confederazione nazionale delle Misericordie, i referenti di protezione civile dei coordinamenti zonali delle Misericordie della Toscana.

rd/pc
(fonte: Misericordie)