Rimosse più di 10 tonnellate di amianto a Ragusa

La bonifica è stata effettuato su 17 siti, ma ne restano ancora molti dove l'amianto deve ancora essere trattato e rimosso. L'incognita restano i finanziamenti per terminare i lavori

Più di dieci tonnellate di amianto rimosso. La salute ringrazia. E c'è anche la soddisfazione di vedere per una volta bonificato un grave inquinamento ambientale. Nel comune di Vittoria, a Ragusa, sono stati complessivamente rimossi 1217 chili di rifiuti contenenti amianto, grazie alla collaborazione fra il Settore 10, Geologia e tutela ambientale, dell'Assessorato Territorio, e il settore ambiente e protezione civile della Provincia di Ragusa.
"I siti bonificati - ha dichiarato alla stampa Filippo Cavallo, vicesindaco ed assessore all'Ecologia ed all'ambiente - sono stati diciassette, rispetto ai 38 individuati nel territorio comunale; i rifiuti con cemento amianto sono stati, infatti, rimossi da vari punti delle contrade Mendolilli, Gaspanella, Piano Guastella e Cicchitto e da altri due siti, uno vicino la scuola elementare Bruno Buozzi e l'altro nella strada comunale sotto la Fiera Emaia, vicino alla torretta della riserva naturale dei Pini d'Aleppo".
Per quanto riguarda gli altri siti ancora inquinati, dove l'amianto istallato anni fa deve ancora essere trattato e rimosso, l'amministrazione pubblica ha assicurato che "saranno bonificati a partire dai prossimi giorni, fino ad esaurimento dei fondi disponibili". Il lavoro in provincia di Ragusa quindi è tutt'altro che finito. La speranza - visti i tagli ai trasferimenti per le amministrazioni locali - è in nuovi stanziamenti per le bonifiche ambientali, per riconsegnare ai cittadini - dopo un iter nel segno della trasparenza - un territorio non minato dallo spettro delle sostanze cancerogene.

red/wm