Rischio idrogeologico
"Operazione Fiumi" 2010

Per l'ottavo anno consecutivo, Legambiente e Protezione Civile promuovono una campagna di monitoraggio, informazione e sensibilizzazione sul rischio idrogeologico nel nostro Paese

Anche quest'anno il Dipartimento della Protezione Civile e Legambiente promuovono la campagna nazionale "Operazione Fiumi" per il monitoraggio, la prevenzione e l'informazione per l'adattamento ai mutamenti climatici e la mitigazione del rischio idrogeologico. L'obiettivo è focalizzare l'attenzione sul pericolo frane e alluvioni con una serie di iniziative che coinvolgeranno diverse zone italiane.

Considerando che il rischio idrogeologico minaccia quasi il 70% dei comuni del nostro Paese, in particolare a causa dell'eccessiva antropizzazione delle aree esposte a pericolo e per l'alterazione delle dinamiche naturali dei fiumi, tra ottobre e novembre sono in programma una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione, rivolte soprattutto ai più giovani, oltre a giornate di volontariato dedicate alla pulizia e alla bonifica delle sponde di fiumi e torrenti. Tra gli obiettivi della campagna "Operazione fiumi", giunta alla sua ottava edizione, c'è anche la sollecitazione delle amministrazioni, affinché inseriscano tra le loro priorità la mitigazione del rischio idrogeologico.

"Operazione fiumi" prende il via oggi con una serie di iniziative in Valle d'Aosta legate al Dora Baltea; dal 7 al 9 si sposterà in Lombardia, sulle sponde del Lambro, e poi ancora in Veneto, Toscana, Sardegna, Lazio, Marche, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.


Redazione