Gian Carlo Muzzarelli

Rivara, deposito gas: la
Regione ribadisce il suo NO

In un incontro tenutosi ieri, la Regione Emilia Romagna ha nuovamente sottolineato il proprio diniego,  per ragioni di sicurezza, alle ipotesi di stoccaggio e ricerca di gas naturale a Rivara (MO)

"La vicenda del deposito a Rivara è chiusa così come è attestato dagli atti ufficiali della Regione e del Governo. In ogni sede, politica e giurisdizionale, ci batteremo perché questo sia un 'no' definitivo". Così l'assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli dell'Emilia Romagna  sull'ipotesi di stoccaggio di gas naturale in località Rivara di San Felice sul Panaro (MO)

"Non sussistono le condizioni di sicurezza per realizzare un deposito di stoccaggio gas sotterraneo a Rivara - ha proseguito Muzzarelli -  un'area di cui è stato drammaticamente dimostrato il rischio sismico che paventavamo". La posizione della Regione è stata ribadita ieri a Bologna in una riunione con i rappresentanti di Italia Nostra, del Comitato ambiente e salute di Rivara, del Comune di San Felice e dello studio legale incaricato di rappresentare la Regione davanti al Tar.

Durante l'incontro la Regione ha ribadito le proprie ragioni sia per il diniego allo stoccaggio sia alla ricerca poiché "la sicurezza di cittadini e territorio sono valori che prevalgono su ogni considerazione di carattere economico". Muzzarelli inoltre ha fatto sapere che il ministero dello sviluppo economico ritiene "il procedimento amministrativo di propria competenza definitivamente concluso" e che in merito al ricorso al Tar da parte della società Rivara Gas Storage Srl per l'annullamento degli atti statali e regionali "la Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con il Comune di Felice sul Panaro ha incaricato uno studio legale per tutelare, in ogni sede, le posizioni e gli atti da essa assunti a difesa dei cittadini, del territorio e degli enti locali".

red/pc

(fonte: Regione ER)