fonte foto: profilo FB Mauro Pili

Sardegna, incendio a Iglesias. Allerta arancione su gran parte dell'isola

Ieri pomeriggio è scoppiato un vasto incendio alle porte della cittadina del Sulcis. Per spegnere le fiamme sono intervenuti quattro elicotteri regionali e due Canadair. Il rischio incendi rimane elevato anche per la giornata di oggi

Nel primo pomeriggio di ieri è scoppiato un incendio alle porte di Iglesias (CI). Diverse abitazioni del quartiere Monteponi, minacciate dalle fiamme, sono state evacuate. Per arginare il vasto rogo sono intervenuti vigili del fuoco, forestali, volontari di Protezione civile, e mezzi aerei: quattro elicotteri regionali e due Canadair.

A causa delle fiamme è stata chiusa temporaneamente la statale 126 Sud Occidentale Sarda dal km 33,600 al km 52,000. Il traffico in direzione Carbonia è stato deviato al km 52,000 sulla viabilità comunale di Iglesias. La chiusura del tratto si è resa necessaria per consentire l'intervento dei mezzi aerei antincendio.


L'assessora con delega alla Protezione civile, Donatella Spano, è stata in stretto contatto con il sindaco di Iglesias e ha rinnovato, specie alla luce dell'ondata di calore che sta investendo l'Isola, l'appello a tenere comportamenti responsabili a tutela dell'incolumità propria e degli altri nonché del patrimonio ambientale, evitando ogni azione rischiosa e seguendo scrupolosamente le norme di sicurezza.

La macchina antincendi è stata impegnata - utilizzando mezzi aerei regionali e nazionali - anche a a Genoni, Quartu Sant'Elena, Riola Sardo, Villamar e Domus De Maria.

Anche oggi sarà un giorno a rischio: l'allerta arancione sarà estesa a quasi tutta la Sardegna. Si parla di "attenzione rinforzata": è la situazione in cui, spiega la Protezione civile, le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, il rogo, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da essere difficilmente contrastabile con le forze ordinarie. E può essere necessario il concorso della flotta statale. Solo in alcune zone della Sardegna ci sarà il codice giallo: Ogliastra, Marghine, parte del nord ovest e una piccolissima fetta del Sulcis.

red/mn

(fonte: Ansa)